IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, una Tirreno Power tutta cuore e grinta si prende gara 1 della finale foto

Quiliano. La Tirreno Power Riviera conquista gara 1 al termine di una partita combattutissima che ha avuto bisogno anche di un tempo supplementare per emettere il suo verdetto. La squadra vadese, costretta ad inseguire per gran parte del match, ha buttato sul parquet il suo immenso cuore, conquistando una vittoria per lunghi tratti insperata, ma meritatissima.

L’avvio della squadra di coach Ghizzinardi non è dei migliori. Il Riviera subisce per tre minuti le iniziative di Benzoni e Aimaretti che valgono il momentaneo 0 – 6. La squadra si riprende ed entra prepotentemente in partita con un parziale di 9 a 0, messo a segno da Cappa, Bedini e Gambolati. Il punteggio prosegue ad elastico fino al 14 pari, quindi la tripla di Giroldi allo scadere consegna a Legnano il primo parziale.

Anche l’inizio del secondo quarto non è dei migliori per Cappa e compagni che subiscono ancora la mano di Giroldi dai 6,75 e il primo canestro di Priuli (14 – 22). Il Riviera si trova in difficoltà, ma con Ganguzza e Sottana trova la reazione che lo riporta sotto di 4 punti (22 – 26). La spina nel fianco vadese, Daniele Benzoni, però, torna a fare male dal pitturato e consegna alla Royal Castellanza il dominio anche nel secondo periodo con un pesante + 12 a metà gara.

Dopo l’intervallo lungo la Tirreno Power subisce il suo peggior momento e il tabellone segna, impietoso, un – 14 del tutto inaspettato. La compagine di coach Ghizzinardi cerca di reagire con Gambolati, Cappa e Sacco, ma l’inerzia sembra ancora tutta nelle mani dei lombardi che, infatti, si vedono rimontare di qualche punto, ma comunque chiudono sul + 8.

Il pubblico, ancora più rumoroso e caldo rispetto alle partite precedenti, si dimostra la vera arma in più della squadra vadese. E’ anche grazie al sostegno dei supporters biancorossi, il Riviera scende sul parquet per gli ultimi 10 giri di lancette di tempo regolamentare con gli occhi della tigre. Il valore della posta in gioco è altissimo e i palloni “scottano” sempre di più, tanto che per ben tre minuti e 20 secondi il punteggio non si modifica. Dopo il discorso di Ghizzinardi il Riviera si sblocca con Bedini e Gambolati e si ritrova sul – 4 (45 – 49). Priuli e Giroldi rispondono colpo su colpo e a tre minuti dalla fine Legnano è avanti di 8 punti. Per gli ospiti sembra fatta, ma non per Sacco. Il play vadese prende per mano la squadra e con otto punti consecutivi, frutto di un tiro dalla media e due triple, trova la parità sul 53 a 53. La Royal Castellanza, con ancora il tempo per un breve possesso, si catapulta in attacco: Bianchi prova a tirare, ma il ferro spedisce fuori il suo tentativo, Leva, come un falco si precipita a cogliere il rimbalzo e segna. La sirena di fine partita, però, è già suonata, almeno secondo gli arbitri, mentre la squadra ospite afferma il contrario. Il duo in grigio si reca al tavolo, consulta la cronometrista e decide di confermare la propria prima impressione, canestro fuori tempo massimo, e parità sul 53 a 53. Per il Riviera significa overtime.

L’entusiasmo della squadra e di tutto il palasport di Quiliano è alle stelle, ma le difficoltà non sono finite. Nei primi minuti del tempo supplementare Gambolati deposita nella retina il + 2 (55 – 53), ma poi commette il proprio quinto fallo ed è costretto a tornare a sedersi sul pino. Nel frattempo Legnano non sta a guardare e con Leva e Aimaretti si riporta in vantaggio (55 – 57). Il primo tentativo di fuga ospite viene fermato ancora una volta da un incontenibile Sacco. Il team lombardo ci riprova e ad 1 minuto e 43 secondi dalla fine trova il + 4 (57 – 61), oltre al quinto fallo di Ganguzza. Il Riviera ha una dotazione di vite e di cuore fuori dal comune e dopo l’ennesima tripla di Sacco, Bedini e Sottana allungano. Giroldi commette un fallo antisportivo e questo, sommato al tentativo fallito di fallo sistematico messo in atto da Castellanza, consegna al grande, grandissimo cuore della Tirreno Power una vittoria insperata, sudata e bellissima.

Il Riviera si porta sull’1 a 0 nella serie e giovedì 2 giugno, alle ore 18, scenderà sul parquet di Legnano, seguita dai suoi straordinari tifosi, per provare a mettere in archivio la stagione.

Il tabellino:
Tirreno Power Riviera Vado – Royal Castellanza 67 – 63
(Parziali: 14 – 17, 25 – 37, 41 – 49, 53 – 53)
Tirreno Power Riviera Vado: Gambolati 11, Bertolini 5, Varrone ne, Scala, Cappa 11, Bedini 6, Bovone, Ganguzza 6, Sottana 6, Sacco 22. All. Marcello Ghizzinardi.
Royal Castellanza: Benzoni 17, Munini 2, Aimaretti 16, Giroldi 12, Delena, Motta, Priuli 6, Cagner, Bianchi 2, Leva 8. All. Roberto Piva.
Arbitri: Stefano De Rosas (Santa Teresa Gallura) e Duccio Maschio (Firenze).

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.