IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, determinazione e voglia di vincere spingono la Tirreno Power in semifinale

Quiliano. La Tirreno Power Riviera approda in semifinale, ma per oltre metà gara ha dovuto faticare per avere ragione dell’ottava classificata nella stagione regolare. I vadesi, costretti alla bella dall’Elettromeccanica Cecina, sono riusciti a chiudere la serie imponendosi per 58 a 51, al termine di una partita intensa, nervosa e terribilmente difficile a causa di un nuovo paio di stampelle in spogliatoio (quelle di Andrea Paleari, che siede a bordo campo insieme a Luca Bernardi), della febbre alta di Daniele Ganguzza e degli “strascichi emozionali” lasciati dalla sconfitta nelle ultime battute di gara 2.

In avvio la tensione è tanta: Roberto Bertolini segna i primi due punti di Cecina, mentre al Riviera sono necessari ben 180 secondi per sbloccare il risultato con Gambolati. Ancora il Bertolini avversario riesce a far commettere due falli in rapida sequenza a Claudio Sacco e dalla lunetta aggiorna il tabellone sul 2 – 6. La squadra di coach Ghizzinardi non si perde d’animo e in breve tempo trova pareggio e sorpasso, poi il punteggio ad elastico diventa il grande protagonista degli ultimi secondi del primo tempino, finito 14 a 16.

Sottana, autore del – 2, si ripete anche nei primi secondi della seconda frazione e dà il la al primo tentativo di fuga vadese. Sacco, Bedini, Cappa e Bertolini trovano il + 7 che infiamma il numeroso pubblico di Quiliano, ma Ravazzani dal pitturato e Tempestini dai 6,75, riequilibrano la situazione sul 29 pari all’intervallo lungo.

Il terzo periodo si apre nel segno di uno strepitoso Bedini che, assistito da Gambolati e Cappa, mette a segno un break di 8 a 0 che vale il + 8. Un’Elettromeccanica dalle nove vite accorcia ancora una volta con i soliti Roberto Bertolini e Paparella (37 – 35), ma la grinta e la voglia di riscatto della Tirreno Power sono troppo superiori per non concretizzarsi in un nuovo parziale di 9 a 0 che, di fatto, spezza la partita. Sulla sirena è ancora Bedini, autore di ben nove punti in questo periodo, a segnare il canestro del + 12, con un’azione personale ripetuta che è lo specchio e l’estrema sintesi della voglia di vincere messa in campo dal team condotto da Ghizzinardi: tiro da tre tentato, ma sbagliato, corsa per recuperare il rimbalzo offensivo e realizzazione dalla media distanza.

Negli ultimi dieci minuti gli ospiti tentano il nuovo aggancio, ma non riescono, nonostante la precisione di Mariani dalla lunetta, ad impensierire ancora i biancorossi che, sostenuti da uno strepitoso pubblico, autore, finalmente, di un tifo eccezionale, possono esultare tutta la propria gioia per aver buttato il cuore oltre l’ostacolo. L’immagine che scalderà i muscoli cardiaci e le menti almeno fino a domenica prossima, giorno di gara 1 di semifinale contro Castelfiorentino, sarà quella delle lacrime di gioia del capitano, Tommaso Cappa, in piedi a centrocampo ad abbracciare Andrea Paleari, mentre nel palasport rieccheggia una sola parola: semifinale!

Il tabellino:
Tirreno Power Riviera Vado – Elettromeccanica Cecina 58 – 51
(Parziali: 14 – 16, 29 – 29, 48 – 37)
Tirreno Power Riviera Vado: Gambolati 14, Bedini 11, L. Bertolini 11, Cappa 7, Ganguzza 2, Sacco 9, Sottana 4, Scala, Varrone ne, Bovone ne. All. Marcello Ghizzinardi.
Elettromeccanica Cecina: Tempestini 13, Ravazzani 12, Paparella 3, R. Bertolini 11, Leva, Mariani 6, Paci 4, Fratto 2, Vallini, Elmi ne. All. Mattia Ferrari.
Arbitri: Andrea Mambretti (Lurago d’Erba) e Fiora Acquaviva (Milano).

La Falegnami Castelfiorentino ha prevalso per 87 – 77 sulla Resinex Iseo. L’altra semifinale vedrà di fronte la Royal Castellanza e l’Utensili Abc Varese che ha battuto per 63 – 59 la Computer Gross Empolese.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.