IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, ultimo appuntamento con “I Mercoledì della Storia”: conferenza del prof. Quaglieni

Più informazioni su

Albenga. Mercoledì 18 maggio, alle ore 17.30, presso il Museo Sommariva in Via Mameli ad Albenga, si concluderà il ciclo primaverile dell’iniziativa “I Mercoledì della Storia”, realizzata con il patrocinio del Comune di Albenga. Il professor Pier Franco Quaglieni, storico del Risorgimento e direttore scientifico della Scuola di Alta formazione storica, parlerà su “Nord e Sud: dopo 150 anni esiste una Nazione Italiana?”.

Coprotagonista della serata sarà l’attrice Milli Conte, che leggerà passi di scrittori e poeti italiani  che hanno espresso i valori dell’Unità popolare nazionale e del Risorgimento, ma anche testi dialettali siciliani e sardi di schietta ispirazione popolare. Di fronte ai testi di Manzoni e di de Amicis, di Pisacane e di Cattaneo verranno inserite ballate popolari che esprimevano il disagio e lo scontento delle genti meridionali. Introdurrà l’incontro il professor Gianni Ballabio.

Il prof. Quaglieni  ripercorrerà la storia del Mezzogiorno d’Italia, evidenziando le arretratezze del Sud e le ragioni che portarono a definire la “questione meridionale”; altresì analizzerà le condizioni economiche del Nord che consentono di affermare che un paese senza materie prime, un tasso di analfabetismo altissimo , una collocazione geografica “anomala” senza strade e ferrovie non poteva che diventare il fanalino di coda dell’Europa di allora. Studiare le condizioni economiche dell’Italia di allora non significa,secondo Quaglieni, demolire lo sforzo “titanico”, come disse il meridionalista Salvemini, che caratterizzò l’impegno civile degli uomini del Risorgimento,la migliore classe dirigente che ebbe l’Italia.

Il cammino verso l’Unità era denso di incognite e di pericoli ed ancora oggi, a 150 anni di distanza, esso non è concluso. Ma quale avvenire avrebbero avuto i diversi stati italiani preunitari senza la creazione il 17 marzo 1861 dello Stato unitario dopo secoli di dominazione straniera?

I “Mercoledì della storia” ospitati nella suggestiva cornice del Museo Sommariva intendono ripercorrere pagine note e meno note di storia italiana indagate con spirito critico, ponendosi al di sopra delle interpretazioni di parte. Rileggere la storia nazionale  significa infatti fare i conti con il passato per capire il presente e intuire cosa ci riserva il futuro. Ogni storia, diceva Benedetto Croce, è sempre storia contemporanea.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.