IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, accorpamento Scuole Medie: progetto esposto in Sala consiliare foto

Albenga. Il progetto di accorpamento delle Scuole Medie in esposizione nella sala consiliare del Comune di Albenga. Per volere dell’amministrazione comunale, sono state poste nel palazzo comunale, a disposizione di tutti i cittadini, le tavole planimetriche del progetto che prevede l’accorpamento delle Scuole Medie in un unico plesso di via degli Orti.

“Abbiamo fatto questa scelta, così che tutti i cittadini ne possano prendere visione – dichiara il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri -. Il progetto di accorpamento non nasce con noi, ma dall’amministrazione precedente e dall’allora preside Corradi, e nessun componente dell’attuale maggioranza si è mai dichiarato contrario alla pratica, che rappresenta una soluzione di tutte le criticità strutturali, di sicurezza e sorvegliabilità che l’attuale situazione presenta. Come già dichiarato nel corso dell’incontro pubblico tenutosi presso il cinema teatro Ambra, l’amministrazione e gli uffici sono a completa disposizione di tutti coloro che volessero avere maggiori chiarimenti. Stiamo lavorando e lavoreremo ancora con l’unico intento di creare una scuola più agibile, più sicura, più appartenente a tutti gli studenti delle medie albenganesi, scongiurando la creazione di situazioni di disuguaglianza”.

“Purtroppo, spiace notare che esponenti provinciali del Pd – prosegue Guarnieri -, con la capacità dialettica derivante dall’attività che svolgono, ne stanno facendo una questione politica e stanno alimentando una campagna propagandistica fatta di distorte informazioni e di voci false, prendendo in giro tutti coloro che, in qualche modo, danno loro retta. Contrariamente a quanto previsto dai nostri avversari, tuttavia – conclude -, il progetto ha ottenuto i pareri igienico-sanitari e di sicurezza previsti dalla normativa e ha copertura finanziaria sostenibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emanuele

    Mi permetto di intervenire a titolo personale sulle dichiarazioni della signora sindaco,perché sono a dir poco stufo a sentire che gli unici interventi in merito alla fusione delle due scuole viene risolto con la semplicistica tesi che noi genitori siamo stati fomentati dalla dialettica di politici del PD.Molto probabilmente dovrebbe fare un ripassino sulla storia di questa vicenda,che inizia quella sera all’Ambra,dove la giunta si è giocata tutti i jolly di credibilità sull’affaire scuola pregiudicando quell’importante patrimonio di una comunità che è la coesione tra cittadinanza e palazzo,ma non smetterò mai di ripetermi,è una tendenza che va oltre le mura di Alberga e si tinge di tricolore. .Non riesco proprio a capire come la signora Guarneri non riesca a comprendere questo,da politica navigata com’è!Non le è mai venuto in mente che forse,anche noi,ogni tanto navighiamo in quel piccolo universo che si chiama cultura,anche se non da da mangiare,e ci informiamo,ci scambiamo opinioni, parliamo e ci rendiamo conto che le cose non sono sempre come ci vengono dipinte.O anche lei,Signora,pensa che l’informazione puo’ fuorviare?Si rende conto che lei è alleata con il Gran Visir dell’informazione?
    E’ proprio inutile che oggi si espongano i progetti dopo mesi di assoluto silenzio,è un gesto fuori tempo limite,una pezza di carta che cerca di chiudere la falla del Titanic,non riesco a capire che cosa vuole dimostrare.E’ anche amaro,il solito riso amaro,leggere che neanche il vicesindaco abbia una visione coesa con la sua sulla situazione.Mi viene da pensare che stiamo facendo una cosa che a nessuno piace,a partire da certi esponenti della maggioranza .E’ come vedere quelle coppie separate in casa che stanno assieme per dividersi le spese d’affitto.Non c’è proprio bisogno di fomentatori,il governo cittadino ci riesce da solo a non infondere fiducia e la fiducia non si compra un tot al kilo,viene offerta e mai regalata.Sono rimasto anche divertito e perplesso anche nel leggere che la causa del fomento è la dialettica,che non è nient’altro che “la disposizione organica di concetti e articolazione di questi in un tutt’uno armonico,nel dialogo dell’anima alla ricerca e definizione del vero:il contenuto stesso della filosofia per Platone”(fonte:Devoto Oli);forse la signora Guarneri intendeva dire che siamo fomentati dalla ricerca della definizione della verità? Beh! Allora le devo dare ragione.

    Emanuele Lo Gioco

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Lasciamo stare l’opposizione: avete sentito i comiitati dei genitori?
    Perchè non indicete una consultazione online sul sito del comune per appurare il gradimento della popolazione sulla importante decisione? Avete forse paura?