IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, Roberto Avogadro nuovamente sindaco: “Villani è stato un avversario leale” foto

Alassio. I numeri sono definitivi. Roberto Avogadro torna ad essere il sindaco di Alassio, per la terza volta, dopo che aveva già ricoperto questo ruolo negli anni Novanta. Con la sua lista “A come Alassio” ha ottenuto 2495 voti, ossia il 36,47% del totale.

Luca Villani, sostenuto da Pdl e Lega Nord, si è fermato a 2248 voti (33,39%). Angelo Galtieri, esponente della lista “IX Insieme Per” ha raccolto 1298 voti (18,97%), per Jan Casella (Sinistra Alassina) 763 voti (11,15%).

“La campagna elettorale è stata dura ed è stato difficile il voto – ha dichiarato il neo sindaco -. Villani non meritava di essere mandato così allo sbaraglio. E’ una persona onesta e pulita e mi dispiace molto per lui. Sono contento che tra noi ci sia stata una stretta di mano: è stato un avversario leale ma umanamente sono molto dispiaciuto per lui”.

Avogadro ha seguito lo scrutinio alla scuola Ollandini, insieme agli altri candidati. I primi dati ufficiali erano per lui sfavorevoli, poi il successo si è via via materializzato. “Attenzione per i quartieri periferici e buone pratiche di amministrazione” saranno il nostro punto di forza, ha dichiarato quando ormai la vittoria era cosa fatta.

Il numero tre è il numero perfetto per Avogadro: “Certo, più che il segnale di vittoria vi mostro tre dita: tre come i miei mandati da sindaco. Evidentemente gli alassini hanno riconosciuto che come sindaco ho operato bene e mi hanno dato nuovamente fiducia. Una fiducia che ripagherò soprattutto con l’attenzione verso le zone periferiche a partire dalla Fenarina. E’ stata una campagna elettorale dura, dove io e Melgrati abbiamo detto la nostra, ‘colpendoci’ a vicenda, ma ora voglio guardare avanti. La città ha vissuto un periodo di vacche magre, ora è tempo di cambiare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario antani

    belin ecco finalmente un comune di persone intellingenti che han mandato a casa i farlocchi del partito di plastica….

  2. Scritto da alessandro gurgo

    Caro hi-tech, come ha detto folgore,Alassio col popolo della notte ci vive. Volevo ricordarti che i proprietari di bar e ristoranti in media fanno minimo 10 /12 ore al giorno di lavoro. Senza bar ristoranti e negozi in questa meravigliosa città non ci verrebbe nessuno. Speriamo ci si ricordi che Alassio vive sul turismo.

  3. Scritto da apollo

    La vittoria di Avogadro dimostra, ancora una volta, che la demonizzazione dell’avversario non paga. Auguri di buon lavoro!!!!!

  4. folgore
    Scritto da folgore

    Certo @hi-tech, peccato che Alassio con il popolo della notte tanto dileggiato ci vive da parecchi anni, così come vive (sebbene io non li sopporti) con i bauscia e con un turismo di livello diciamo alto, spero Avogadro si dimostri tanto furbo e onesto come ha dimostrato (a parole) in queste dichiarazioni da non distruggere tutto ciò solo per mere ideologie politiche e ripicche di partito!

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Sei troppo signore Avogadro! Non puoi dichiarare diversamente ma a quanto pare avremo un Sindaco del giorno eletto dagli alassini che vanno a dormire a ore regolari e non un sindaco eletto dal popolo della ..NOTTE
    Ora che tornino a lavorare.
    Complimenti .. !!!!!