IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vacanza a cinque stelle ma senza pagare il conto: nei guai due false cardiologhe

Più informazioni su

Alassio. Un soggiorno da 2500 euro in uno degli hotel più belli di Alassio. E poi shopping sfrenato nei negozi più trendy della città del Muretto, per acquistare borse e capi d’abbigliamento firmati e presentarsi così sempre curate ed eleganti nelle notti estive della movida alassina. E tutto senza pagare un centesimo.

E’ stata certamente una vacanza indimenticabile quella di due allegre quarantenni (E.C. e M.C.) residenti nella provincia di Torino che, dal 25 giugno al 3 luglio 2008, hanno scelto la cittadina rivierasca come luogo per le proprie vacanze. E delle proprie truffe. Ma si sono rivelate due donne più sedicenti che seducenti. A cadere nella loro rete, e a lasciarsi affascinare dai loro modi garbati e aristocratici, sono stati ben dieci commercianti alassini, più il titolare di un albergo che, il prossimo lunedì 14 marzo, faranno valere le proprie ragioni davanti al giudice del Tribunale di Albenga, Gianfranco Arnaud.

Le due donne, infatti, che solevano spacciarsi per ricche cardiologhe, sono riuscite a raggirarli facendo acquisti nei negozi alassini più esclusivi e lasciando il conto da pagare con la scusa di avere un problema temporaneo con le proprie carte di credito. In ogni esercizio commerciale, compresa la centralissima farmacia inglese, E.C. e M.C. hanno fatto acquisti per 300-400 euro per poi non farsi più vedere. Stessa sorte è capitata al titolare dell’hotel (difedo dall’avvocato Alessandro Chirivì) che ci ha rimesso 2500 euro. Ora, però, pare sia arrivato il momento di pagare il conto, almeno con la giustizia. L’accusa per loro è di insolvenza fraudolenta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.