IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tomaso: poliziotto assente, è in servizio “vip”. E l’udienza salta

India. Poche parole per esprimere una delusione che si ripete da troppo tempo. Un nuovo rinvio che non stupisce quasi più, ma a cui non ci si può rassegnare. Almeno non possono i genitori di Tomaso Bruno, il ragazzo ingauno rinchiuso da più di un anno con la sua amica Elisabetta Boncompagni nel carcere indiano di Varanasi con l’accusa di aver ucciso il proprio compagno di viaggio Francesco Montis.

“Anche oggi il dodicesimo testimone dell’accusa, il funzionario di polizia che ha condotto le indagini sulla morte di Francesco, non si è nuovamente presentato: era in servizio ‘vip’ a causa della visita del Governatore dello Stato dell’Uttar Pradesh H.E. Mr. B.L. Joshi a Varanasi. E così altro aggiornamento a domani. Ogni commento è superfluo” tagliano corto i genitori del giovane.

Montis è stato trovato agonizzante nella camera dell’hotel “Buddha” che i tre ragazzi condividevano nel corso di un viaggio a Varanasi. Per l’accusa, Tomaso ed Elisabetta lo avrebbero strangolato per motivi passionali, mentre la difesa sta cercado di dimostrare che si sarebbe trattato di morte naturale dal momento che Francesco soffriva da tempo di gravi crisi respiratorie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da faber

    Signori Bruno resistete siamo con voi dalle Alpi all’ Etna… Sen. Lamberto svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, riportiamoli a casa!