IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tentato omicidio Cairo, indagini difensive a tutto campo: Formica incontra i suoi legali

Cairo M. Josè Francisco Galvis Formica – il cinquantenne italo-colombiano che il 21 febbraio scorso è entrato nella sede dei Servizi Sociali di Cairo Montenotte e ha aggredito una dipendente ferendola gravemente per vendicarsi dopo essersi visto togliere i figli – incontrerà oggi i suoi legali, gli avvocati Paolo Gianatti e Corrado Bandini.

In particolare, in queste ore, i due legali della difesa dovrebbero ricevere tutta la documentazione relativa alla vicenda della separazione dell’uomo dalla moglie e della situazione antecedente ai fatti di Cairo e che lo avrebbe spinto a compiere un gesto così grave ed estremo. Intanto si attende di conoscere la data dell’incidente probatorio chiesto dal pubblico ministero, Maria Chiara Paolucci, volto a capire se Formica fosse capace di intendere e di volere al momento dell’aggressione ai danni dell’assistente sociale Veronica Meinero. Nell’ambito dello stesso incidente probatorio il pm ha chiesto che venga svolta anche una perizia sulle lesioni riportate dalla vittima: questo per verificare se l’aggressore abbia mirato ad organi vitali (e, in questo caso, sussisterebbe l’accusa di tentato omicidio) oppure no (caso in cui il reato potrebbe essere derubricato a quello di lesioni gravi). Inoltre, i legali della difesa non escludono di chiedere, a seconda degli esiti dell’incidente probatorio, riti alternativi, come il giudizio abbreviato.

“Abbiamo letto varie dichiarazioni sui giornali relative alle presunte e ripetute minacce ricevute dalla signorina Meinero prima dell’aggressione – dicono i legali della difesa – Non vogliamo fare dichiarazioni prima di aver letto tutta la documentazione e di avere un quadro preciso dell’accaduto, che rimane comunque un fatto grave ma sul quale non pensiamo sia il caso di di ‘gettare benzina’. L’augurio è, ovviamente, quello di una pronta guarigione della vittima di questa delicata vicenda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.