IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuola materna di Giustenice: rientra la cuoca, si cerca il lotto di uova contestate

Giustenice. Tornerà al lavoro domani la cuoca della scuola materna di Giustenice, esonerata dalla cooperativa che fornisce il servizio mensa nel paesino della Val Maremola. I genitori di alcuni bambini hanno espresso preoccupazione per il fatto, allarmati dalla sparizione improvvisa dell’operatrice, che fa anche accompagnamento dei piccoli sul pulmino. Per due settimane la signora in forza alla cooperativa è stata allontanata dall’asilo e dirottata sulla sede della Scarl a Pietra Ligure, dopo conflittualità e scambi di accuse emersi nella scuola dell’infanzia “Don Giovanni Noli”.

La vicenda nasce dal sospetto sull’uso di uova scadute: una confezione vuota, oltre data di scadenza, sarebbe stata trovata in un sacco della spazzatura nella cucina. Ne è nato un caso che ha seminato i timori fra i genitori. E ora la cooperativa sta cercando di rintracciare il lotto “incriminato” per verificare se effettivamente uova scadute siano state impiegate nella preparazione delle pietanze (i prodotti arrivano a ritmo giornaliero da Pietra e dalla sede centrale di Ovada). Per ora gli incroci fra date di consegna, matricole e via dicendo non hanno dato risultato.

Alla cuoca è stata proposta un’altra mansione nella sede della cooperativa, ma poi è stata reintegrata nel suo posto, in quanto sinora non si è trovata traccia di cibi in cattivo stato di conservazione. Dopo 15 giorni di assenza, tornerà in cucina. La stessa cuoca sostiene che la confezione scaduta non sarebbe stata tolta dal bidone, ma sarebbe uscita fuori “ad arte” per dispetto, nell’ambito dei contrasti da tempo presenti tra il personale dell’asilo. L’amministrazione comunale sta vagliando la posizione dell’operatrice, attendendo maggiori delucidazioni dalla coop pietrese che ha in appalto la mensa, ma i genitori dei bambini si lamentano della scarsa informazione ricevuta su un argomento così delicato. Alcune mamme sono già pronte alle barricate per vederci più chiaro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. wolfsam
    Scritto da massimo dentella

    Quale genitore mi piacerebbe sapere cosa sta succedendo e la verità,, attacco personale nei confronti del sindaco essendo una amica di famiglia la cuoca? o altro? come mai le maestre non hanno fatto sapere nulla ai genitori se non solo quando usciti articoli su giornali ecc.ecc
    Eppure molti genitori sapevano come mai non hanno divulgato notizie e è rimasta per due mesi a conscenza di una piccola cerchia di genitori, questa omertà per coprire cosa o per danneggiare altri non è che per caso sia solo a interesse di qualcun’ altro???? chi ci rimette come al solito sono i Bambini……….