IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, “moltiplicatori di euro”: 37 mila euro di banconote trasformate, rilasciati i due camerunensi foto

Savona. Erano stati fermati ieri pomeriggio dai carabinieri della Compagnia di Savona, sospettati di essere possibili truffatori della cosiddetta “moltiplicazione di banconote”, raggiri già smascherati da Moreno Morello nel corso della trasmissione “Striscia la notizia” .

Si tratta di due cittadini del Camerun a cui gli agenti avevano sequestrato 37 mila euro in banconote da 50 e 500 euro, confezionate in 3 pacchetti in cui le banconote erano sistemate intervallate con foglietti di carta bianca che grazie alla truffaldina procedura avrebbero dovuto risultare alla fine “trasformate” a loro volta in banconote.

I foglietti bianchi risultano essere preventivamente stampati con un inchiostro visibile solo alla luce ultravioletta con un immagine che riproduceva le banconote da 50 euro.

Per la procedura venivano utilizzati liquidi vari contenuti nelle boccette sequestrate, che vengono iniettati negli involucri con delle siringhe. I due cittadini camerunesi sono stati rilasciati poche ore fa, non risultando a loro carico nessun provvedimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giasone

    RILASCIATI !!!!!! ma allora la truffa e legale ? le banche hanno un concorrente
    se un artigiano o commerciante viene trovato in possesso di tale somma deve dimostrarne la provenienza e l’ufficio delle entrate lo rovina i due bingo bongo invece liberi con tante scuse
    che paese di m……….