IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savate Défense: Savona ha ospitato il primo stage ligure della Federazione Italiana foto

Più informazioni su

Savona. Venerdì 25 febbraio a Savona si è svolto il primo stage ligure di Savate Défense della Fisa, la Federazione Italiana Savate, l’unica federazione in Italia ad essere riconosciuta dalla Federazione Internazionale Savate, membro della stessa Fisav e della Confederazione Europea Savate.

Lo stage, organizzato in accordo con la presidenza Fisa del maestro Alfredo Lallo, si è svolto nel palazzetto dello sport di Savona, già teatro, in altre occasioni, per la Savate. Padrona di casa la prestigiosa scuola Kick Boxing Savate Savona, diretta dal maestro Andrea Scaramozzino, commissario tecnico nazionale Savate del settore femminile.

Docente dello stage il maestro Luigi Alessandri, presidente e direttore tecnico della Asd Ecole de Savate et Chausson de Rue di Ranzo, commissario tecnico nazionale di Savate Défense.

Eccellenti ospiti che, con la presenza delle proprie scuole, hanno contribuito all’importanza e al successo dello stage erano i maestri Luigi Ilengo, commissario tecnico nazionale Savate, Maurizio Giacaolone, responsabile nazionale ed internazionale Settore Ufficiali di gara, Sergio Cattanero.

Alle ore 20 si comincia. Prima dei fatti le parole: il maestro Luigi Alessandri inizia il proprio discorso salutando e ringraziando tutti i presenti. Ricorda l’origine della Savate, di come fosse tecnicamente poliedrica. In origine, circa trecento anni addietro, era un temibile metodo di combattimento, nato dalla strada, e comprendeva tutti i colpi utilizzabili per rendere un avversario inerme. La sua mutazione in sport da competizione (Boxe francese Savate) ha portato a scartare dalla sua pratica le tecniche che rischiavano di nuocere all’integrità degli avversari. Ecco che le soluzioni tecniche più letali, dirette ai punti vitali, non furono mai dimenticate e ci furono trasmesse come Savate Défense.

Il docente prosegue dicendo che tutti i praticanti e/o insegnanti desiderosi di allargare il ventaglio delle loro pratiche di combattimento sportivo attuali, verso una forma più utile alla finalità della difesa personale, maschile, femminile ed infantile, possono trovare nella Savate Défense una risposta alle loro attese.

Dalle parole ai fatti. Gli allenatori dell’Ecole de Savate Bruno Cintoli, Valter Prette e Alessio Murabito, con Andrea Semeria, gestiscono la fase di “riscaldamento” dei partecipanti. Non i soliti esercizi aerobici ma l’intero repertorio dei colpi base della Savate Défense, metodo ideato per reagire all’aggressione in maniera repentina ed efficace, senza preamboli.

Vediamo Cintoli interessarsi per le tecniche eseguite con le braccia, seguito da Prette che cura le tecniche portate con le gambe ed infine Murabito con Semeria impegnarsi nelle dinamiche di calci da terra. Nella Savate Dèfense nulla viene lasciato al caso: ci si allena anche per affrontare uno o più malintenzionati trovandosi in posizione di svantaggio, magari al suolo.

Il maestro Alessandri, coadiuvato dall’esperto istruttore Thomas Ardissone e dalle atlete Silvia Tallone e Simona Carluccio, inscena quelle situazioni di pericolo e di stress che si possono manifestare nella realtà: spinte, schiaffi, strangolamenti, minaccia armata, molestie sessuali, presentando soluzioni interessanti ed efficaci, sempre facendo notare che ogni difesa deve essere proporzionale all’offesa. Solo una mente preparata e un corpo allenato sono in grado di poter reagire in sede di aggressione o molestia. La palestra è il giusto posto dove si può migliorare il gesto atletico e costruire un corpo e una mente pronti all’azione.

Le tecniche della Savate Défense sono quanto di meglio oggi si possa trovare per renderci più sicuri nella vita di tutti i giorni. Non c’è bisogno di vivere in stato di allarme, ma solo con la consapevolezza delle proprie abilità fisiche e mentali si può avere una possibilità di difesa in caso di aggressione.

Lo stage si conclude con un accenno al programma, della Federazione Italiana Savate, curato dal maestro Zini, commissario tecnico nazionale Juniores: “Savate Junior”, che si avvale delle tecniche della Savate Défense contro atti di bullismo.

Molte le domande dei corsisti liguri e piemontesi, molte le risposte del docente che, compiaciuto, propone la propria disponibilità a chiunque voglia approfondire sul tema Savate Défense e annuncia l’avvio in Liguria del primo corso Fisa per Allenatori in Savate Défense. Il corso avrà luogo ogni primo lunedì del mese, dalle ore 20, ad Imperia presso la palestra New Mistral in via Caboto 43/a.

Nella prima foto: i maestri Luigi Alessandri, Luigi Ilengo, Andrea Scaramozzino ed il responsabile ufficiali di gara Maurizio Giacalone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.