IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione Piemonte: piano strategico e cabina di regia per le aree Acna

Più informazioni su

Cengio. La riqualificazione dell’ex stabilimento dell’Acna di Cengio sarà al centro della cabina di regia istituita presso la Regione Piemonte che studierà un piano strategico per valorizzare la Valle Bormida. E’ quanto è emerso al termine dell’incontro di oggi tra l’assessore all’Ambiente Roberto Ravello, l’assessore agli Enti locali, Elena Maccanti, il presidente di Finpiemonte Massimo Feira alcuni rappresentanti dei comuni ricompresi nella Comunità montana Alta Langa e nella provincia di Cuneo.

L’incontro, che si è svolto nella sala Giunta del palazzo regionale di piazza Castello, a Torino, è stato richiesto dagli amministratori locali per fare il punto sulle reali possibilità di recupero e sviluppo dell’intera area piemontese al confine con la provincia di Savona, da decenni oggetto delle operazioni di bonifica dell’ex stabilimento Acna, oggi proprietà Enichem.

“Saremmo poco responsabili – premette l’assessore all’Ambiente Roberto Ravello – se non precisassimo che, parallelamente agli esiti della partita che riguarda il riconoscimento del danno ambientale e che vede direttamente coinvolti Ministero dell’ambiente e Syndial SpA (ex Acna), è necessario pensare anche ad un percorso che, a breve termine, miri a riqualificare in modo strategico l’intera area”.

“Nell’incontro di oggi – ha dichiarato l’assessore agli Affari Istituzionali ed Enti locali Elena Maccanti – è stato siglato l’inizio di un importante percorso di collaborazione che, attraverso il sostegno tecnico di Finpiemonte s.pa., consentirà agli enti locali della Valle Bormida di dare vita a progetti concreti di rilancio del territorio. Abbiamo dato un preciso segnale della volontà della Regione Piemonte di collaborare per trovare, attraverso una cabina di regia operativa in tempi brevi, le strade più idonee al rilancio socio-economico di territorio, da anni profondamente segnato dalle conseguenze delle note vicende ambientali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.