IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quaini a Melgrati: “Penose le critiche alla Gasco che ragiona libera dai teatrini della politica”

Regione. Proseguono le polemiche dopo l’approvazione nel consiglio regionale ligure, da parte della totalità dei gruppi di maggioranza e minoranza, di un ordine del giorno bipartisan (primi firmatari Gasco e Quaini ) relativo al trasferimento di attrezzature inutilizzate dall’ospedale di Albenga all’ostetricia del S.Corona.

“E’ un atto dovuto e di buon senso che poco ha a che vedere con la politica, ma si tratta semplicemente di una dimostrazione che quando si parla di salute le convergenze sono necessariamente ampie e condivise”. A dirlo è il consigliere regionale Idv Stefano Quaini che replica alle accuse di Melgrati (Pdl): “Stupisce e lascia allibiti che qualcuno, sempre e comunque, voglia creare polemiche strumentali, vacue e senza senso di essere. Ho ritenuto la votazione del consiglio un esempio di maturità politica ed un importante segnale a favore della scientificità di una scelta che è in linea con gli orientamenti del ministero della salute del governo attuale , che non mi pare sia di sinistra”.

“Chi si chiama fuori da ciò è in cattiva fede e non conosce le linee guida nazionali emanate dal Ministro della sanità Fazio, circa le prerogative tecniche che devono possedere i nosocomi in cui localizzare le divisioni di ostetricia. Il resto sono solo chiacchiere e sia ben chiaro che se il consigliere Melgrati avesse opposto resistenza o diffidato il suo gruppo dal firmare l’ordine del giorno è evidente che non ci sarebbe stata l’approvazione all’unanimità del consiglio. Inoltre ritengo veramente strumentali e penose certe critiche che ho letto all’indirizzo del consigliere Gasco, a cui porto la mia solidarietà e stima, riconoscendole una grande onestà intellettuale, che per fortuna le consente di ragionare libera da assurdi schemi e da teatrini della politica che di certo non le appartengono. Ribadisco la validità dei percorsi bipartisan quando il primo obbiettivo è la salute delle persone e non la campagna elettorale, che peraltro è lontana” conclude Quaini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. IronMan
    Scritto da IronMan

    la Gasco è la prima teatrante della politica locale !! si è sempre e solo occupata . . . dei suoi interessi, ed ha il rammarico che – subito dopo aver scelto l’ UDEUR come palcoscenico – il suocero (sul quale aveva puntato MOLTO) era caduto in disgrazia. . . così sterzata a destra, lascia Burlando e passa nel PDL, con i risultati che vediamo . . mozione congiunta con Quaini dell’ IDV !! l’unica mozione per altro che riguardi il suo collegio elettorale !! prima di questa, Loano e zone limitrofe potevano pure sprofondare che non abbiamo avuto nessun intervento di rilievo della Gasco. . . adesso STRANAMENTE tira su la testa in zona: ce la ritroveremo candidata sindaco a Loano ?

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    Definire la GASCO, “LIBERA DAI TEATRINI DELLA POLITICA” è un’affermazione che non stà nè in cielo, nè in terra, perchè la GASCO E’ UNA PRIMA DONNA DEL TEATRINO visti i suoi trascorsi politici da una parte all’altra degli schieramenti, quasi fosse una banderuola che si gira dove soffia il vento.