IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Proposta di legge Scajola-Gasco sulla famiglia presentata a Giovanardi

Più informazioni su

Roma. Ieri dopo l’incontro che i consiglieri del Gruppo regionale del Pdl hanno avuto a Roma con il Ministro alle Infrastrutture Altero Matteoli, il Vice Capogruppo del Pdl Marco Scajola a Palazzo Chigi ha incontrato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Politiche della Famiglia, della Droga, e del Servizio Civile Nazionale Carlo Giovanardi al quale ha consegnato una copia della proposta di legge Gasco/ Scajola sulle “Politiche regionali di Promozione, Valorizzazione e sostegno della Famiglia”, provvedimento che attualmente è in discussione nella relativa Commissione. All’incontro erano presenti anche i consiglieri Alessio Saso e Marco Melgrati.

Durante la riunione sono stati affrontati vari temi riguardanti le politiche che il Governo sta perseguendo per sostenere le famiglie e si è inoltre convenuto quanto sia indispensabile il ruolo delle amministrazioni regionali nel promuovere politiche concrete ed utili. “Il Sottosegretario ha mostrato grande interesse verso questo provvedimento e ha auspicato che la proposta possa a breve essere accolta e diventare una vera e propria legge – dichiara Scajola – Ringrazio il Sottosegretario Senatore Carlo Giovanardi per la disponibilità dimostrata e che sicuramente non farà mancare in futuro. Il mio più vivo augurio è che nelle discussioni che avverranno presso la commissione regionale si possa avere un sereno e costruttivo confronto con la maggioranza di centro sinistra per arrivare, anche insieme, a deliberare una legge che qualifichi la Liguria e che realmente aiuti con interventi semplici ma concreti i nostri concittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Cominciate con l’aggiornare l’indicatore di poverta’ fermo dal 1996 erano 5.500.000 lire
    (punto di arrivo di aggiornamenti puntuali negli anni precedenti)

    i governi successivi di dx e di sx si sono limitati a trasformarlo in euro 2840,51 ….

    (lordi ….e comprensivi anche della prima casa …..) se un figlio, una moglie, un papa’ quadagna piu’ di 2840,51 euro annui ….. non e’ a carico ….. e non puo’ scaricare nemmeno i medicinali che acquista …

  2. Scritto da Resist

    Non dimenticatevi di invitare Berlusconi…vostro grande leader,che sulla famiglia ha dei concetti molto chiari e vi aiuterà con i suoi consigli ed il suo esempio.