IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Profughi. Della Bianca (Pdl): “Un Cie in Liguria”, Vesco: “Dannosi”

Liguria. L’emergenza profughi ed il problema dell’immigrazione a seguito degli eventi in Libia e Nord Africa al centro della polemica politica regionale, con un botta e risposta tra la consigliere regionale Raffaella Della Bianca (Pdl) e l’assessore Enrico Vesco.

L’esponente del Pdl ha infatti presentato una mozione urgente “alla luce della grave emergenza profughi che si sta profilando” per impegnare la giunta regionale “ad attivare in Liguria un Cie per garantire, in collaborazione istituzionale con il Governo e con le associazioni del settore presenti sul territorio, la dignità delle persone accolte, come già deliberato anche il alcune regioni dal centrosinistra”.

Della Bianca ha affermato che “la nostra regione è priva di centri Cie ed a fronte di un’emergenza umanitaria, partita per cercare di risolvere la situazione al limite del collasso a Lampedusa, diventa difficile, se non impossibile, cercare di fare un distinguo fra clandestini e profughi ed organizzare accoglienza”.

L’assessore regionale alle Politiche dell’Immigrazione ha così replicato: “Mi fa piacere che Raffaella Della Bianca si richiami alla collaborazione istituzionale con il Governo e le associazioni del settore presenti sul territorio ma trovo contraddittorio che a fronte di questa premessa chieda la costruzione di Cie, cioè di Centri di Identificazione ed Espulsione”.

“È noto come i Cie, vere e proprie strutture di incarcerazione per profughi e richiedenti asilo, non siano odelli di accoglienza e siano stati oggetto di indagini e dettagliati rapporti da parte di associazioni indipendenti come Medici Senza Frontiere e Amnesty International. E infatti, mantenendo stretti rapporti con le più importanti associazioni che si occupano di immigrati nel nostro territorio, so bene che nessuno di loro invoca la costruzione di Cie in Liguria”.

“Mi pare evidente, inoltre, che la Consigliera non abbia avuto un contatto diretto neppure con il Governo guidato dalla sua stessa parte politica, visto che nella riunione con le Regioni ci è stato chiesto di ospitare i profughi e non di rinchiuderli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 3106907

    Mi sembra logico metterli in circolazione, fuoriusciti dalle carceri libici in giro per la liguria, come se non ce en fossero già abbastanza di delinquenti in Italia!!! Costruire un Cie è l’unica soluzione per OSPITARLI….