IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presta 20mila euro, ne chiede indietro 25: 47enne arrestato per usura ed estorsione

Savona. Estorsione ed usura. Sono questi i reati contestati ad un 47enne savonese, M.M., di professione imprenditore edile, che lo scorso 9 marzo (ma la notizia è trapelata solo nelle ultime ore) è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Savona. L’uomo sarebbe stato sorpreso dalla polizia mentre si stava recando ad incassare delle cambiali per un valore di 25mila euro, chieste ad un’albergatrice loanese a fronte però di un prestito di 20mila euro. Di conseguenza l’arrestato avrebbe, di fatto, ottenuto dalla donna la restituzione del denaro applicando dei tassi di interesse usurari.

Secondo gli investigatori, il 47enne sarebbe solo una delle persone coinvolte in un giro di prestiti e di usura, ma non sarebbe una delle “menti” dell’azione criminale. L’uomo, interrogato dal gip Donatella Aschero, secondo quanto trapelato, non avrebbe però fornito elementi utili ad approfondire l’indagine. Il giudice dopo averlo sentito ha convalidato l’arresto e gli ha concesso i domiciliari. Il 47enne, assistito da un legale torinese, si sarebbe limitato ad ammettere di aver commesso una “leggerezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    Il 25% di interesse è usura? Allora dovrebbero arrestare i titolari di molte finanziarie.

  2. Scritto da re-corona

    ora mi piacerebbe sapere xchè questo che ha imprestato 20.000 euro e ne ha usurati 5000 e agli arresti domiciliari mentre quello che mi ha dato un assegno scoperto a conclusione di un appalto di oltre 100000 euro e in giro tranquillo con 4 su 4 sentenze vinte da me in tribunale? quindi a conti fatti se tu chiedi più soldi sei un usuraio e ti becchi i domiciliari mentre se tu inchiappetti una ditta facendola indebitare sei un furbo e la legge ti protegge
    facendo spendere una valanga di soldi alla ditta in sentenze lunghissime (da calcolare che il furbo ha i soldini nascosti ma ha agganci validi)siamo in Italia il paese dei furbi e dove al mio quesito nessuno potrà rispondere