IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piattaforma Maersk, il sindaco Caviglia pronto a impedire l’opera negando le opere viarie

Vado Ligure. I lavori per la costruzione della piattaforma Maersk vanno avanti, ma il sindaco vadese Attilio Caviglia farà leva sulle opere complementari che dipendono dal via libera del Comune per bloccarne la prosecuzione. Con l’autorizzazione da parte del Consiglio superiore dei lavori pubblici il terminal contenitori, osteggiato dall’amministrazione comunale e da alcuni comitati cittadini, ha ricevuto l’ultima “benedizione”: Caviglia spera ancora di bloccare il cantiere nell’ambito del progetto esecutivo dell’opera.

A metà aprile si terrà la conferenza dei servizi deliberante sul sovrappasso previsto sull’Aurelia, collegamento tra le banchine e la terraferma. Il Comune di Vado darà voto contrario, ma con risultato scontato. Il punto su cui, invece, vuole agire Caviglia è quello delle altre opere complementari che (sempre secondo il Consiglio superiore) devono partire contestualmente all’edificazione della piattaforma della cordata Apm Terminals Maersk, Grandi Lavori Fincosit e Techint. Cioè casello e viabilità ordinaria di collegamento, che dipendono dalla parola dell’ente comunale.

“Esiste una incompatibilità tra il sovrappasso e le previsioni di Puc e di Piano regolatore generale del Comune di Vado Ligure” afferma Attilio Caviglia, indicando la chiave d’azione per fermare la piattaforma, pianificata per intercettare parte del traffico diretto ai porti del Mare del Nord. Per il sindaco Caviglia “la comunità è contraria alla piattaforma e, adesso che sono partiti i lavori, la gente contraria sarà sempre di più. E’ un fatto gravissimo che non si consideri la posizione del Comune”.

Le prescrizioni previste dal Consiglio superiore dei lavori pubblici in un documento di 36 pagine riguardano anche il sovrappasso. Tra le altre, il rispetto delle normative antincendio per quanto attiene agli sbarchi petroliferi sulla piattaforma, indagini geologiche da approfondire già durante il campo prove sui limiti di carico dei cassoni della piattaforma, la contestuale costruzione della diga sottoflutti insieme alla realizzazione della piattaforma multipurpose.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuliano Bernat

    E bravo il nostro Lui la Plume! Ma tu sai o semplicemente intuisci che…
    Mi raccomando tienici informati,anche nello stesso tenore di oggi,l’importante è che si sappiano le cose,non ti pare?

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Aspettiamo le elezioni …. potrebbero saltar fuori delle novita’.

    Magari un capitolo della nostra storia si chiude ….

    e’ un periodo in cui molte cose stanno cambiando ….
    anche il modo di far quattrini alle spalle dei soldi dei contribuenti potrebbe cambiare.

    Non esistono “diritti acquisiti” che non si possano ridiscutere.

    La democrazia e’ lenta ma ….
    anche rivoluzionaria …..
    quando si rende conto che qualcosa non va’ proprio bene.

    Oggi la cronaca ci fa’ presente che vi sono dei controlli in corso ….
    anche in questa direzione ci si possono attendere delle novita’ a breve …
    .

  3. Iosif
    Scritto da Iosif

    Secondo me non ci crede nemmeno lui alle belinate che dice.
    Mi fanno tenerezza quelli che non hanno ancora realizzato che la piattaforma è una realtà.

  4. Scritto da Giuliano Bernat

    Juan,sei piuttosto aggressivo ma su certi aspetti hai ragione,devo ammetterlo.
    Complimenti per il racconto horror-fantasy,non lo avevo ancora visto!

  5. Scritto da juan

    la speranza e’ proprio l ultima a morire….ma fatemi il piacere!!! e ci credete !!!