IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, Oliva: “Non è stato facile ma abbiamo rispettato il patto di stabilità”

Loano. Entro fine marzo sarà ufficializzato il rispetto del patto di stabilità 2010 del Comune di Loano. L’amministrazione loanese si appresta ad approvare il bilancio previsionale 2011, avendo definitivamente allontanato il pericolo delle importanti sanzioni previste per chi non rispetta il patto di stabilità, quali il divieto di contrarre mutui, di assumere dipendenti, di subire tagli ai trasferimenti statali e alle spese correnti.

“Non è stato facile,” spiega l’assessore Pietro Oliva “ma siamo riusciti a rientrare nel patto di stabilità e anche con il bilancio 2011 abbiamo centrato l’obiettivo, supportati dal recente decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, che libera risorse rendendo più facile il rispetto. Potremo portare avanti gli investimenti programmati, anche se l’osservanza della normativa sul saldo programmatico del Patto di Stabilità ci impone tempi di liquidazione delle fatture dei fornitori piuttosto dilatati nel tempo. Ci rendiamo conto che tali tempistiche provocano un danno alle ditte impegnate nei lavori, che vedranno saldate con ritardo le fatture emesse, nonostante l’Ente abbia disponibili e depositati nella Banca d’Italia sei milioni di euro”.

“Al fine di sostenere il lavoro e l’accesso al credito delle imprese fornitrici di beni e di servizi, così come previsto dalla recente normativa, abbiamo quindi deciso di approvare in giunta una delibera che autorizza il Dirigente del Settore Economico Finanziario a stipulare convenzioni con gli istituti di credito che dimostrino la disponibilità a concedere finanziamenti alle imprese sotto forma di anticipazione fattorizzata con cessione di credito assistita da attestazione comunale. Riteniamo che l’attivazione di questa forma di credito, che sarà messo in evidenza anche sul sito internet del Comune di Loano (www.comuneloano.it),  possa mettere le imprese in condizione di lavorare con maggiore serenità” conclude Oliva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.