IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Destra si prepara alle amministrative, aspettando la visita di Storace

Savona. Una folta rappresentanza de La Destra savonese ha partecipato, sabato 19 marzo, alla manifestazione nazionale a Milano insieme al presidente Teodoro Buontempo, il segretario nazionale Francesco Storace e il Sottosegretario Nello Musumeci. Un evento che ha infiammato gli animi di un partito che, nel Savonese, si sta preparando alle elezioni di maggio.

“I nostri rappresentanti nazionali hanno sottolineato quelle che sono le linee guida di un partito nazionalista, cristiano e vicino alle istanze sociali – spiega Francesco Gandolfi, segretario provinciale della Gioventù italiana Savona, i giovani de La Destra – La missione di vita de La Destra si riassume in tre parole: casa, lavoro e nazione. Tre elementi, tre valori collegati che non possono esistere scissi l’uno dall’altro. Non si può pensare ad una nazione dove le giovani generazioni non trovano lavoro e quindi non sono materialmente in grado di comprarsi una casa e di mettere sù famiglia: ecco perché è compito dello Stato intervenire con il mutuo sociale per permettere a tutti di acquistare una casa dignitosa senza essere derubati dalle banche”.

“Il mutuo sociale non è un’utopia: è stata con grande gioia che il segretario Francesco Storace ha dichiarato che a breve in Lazio il progetto dovrebbe trasformarsi in legge regionale. Le sorprese sono continuate con l’annuncio, inaspettato e particolarmente gradito, dello stesso Alberto Torregiani, vittima dei terroristi rossi, della sua intenzione di candidarsi sindaco a Milano con La Destra. Notevole apprezzamento è stato rivolto dalla dirigenza ai giovani di Gioventù Italiana Liguria e in particolare alla federazione di Savona per la sua massiccia presenza alla manifestazione e per avere ricostituito sul territorio un gruppo militante pronto ad affrontare le amministrative di Maggio, con propri candidati sindaci e proprie liste nella maggior parte dei comuni, non si accettano alleanze se non basate su programmi elettorali seri e concreti”.

“La Destra non è il PDL – continua Gandolfi – La Destra è un partito autonomo in tutto e per tutto e decide a seconda della realtà locali le alleanze da farsi e non si esclude a breve una visita nel Savonese del segretario Storace. La Destra non ha doppie facce né le idee confuse, è sempre stata col centro destra e ha sempre portato avanti i tre valori fondamentali dell’ex MSI: casa, lavoro, nazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.