IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Il cammino di Marcella” fa tappa a Savona

Savona. Lo scorso 26 febbraio ha preso il via “Il cammino di Marcella”, una camminata-evento lunga cinquantatre tappe, iniziata da Rossiglione che terminerà a Lourdes (Francia) con l’obiettivo di raccontare persone disabili che, con energia e ottimismo, hanno superato l’handicap dedicando la loro vita allo sport o ad attività artistiche.

Il Cammino cura la presentazione di Associazioni che raccontano le loro idee e le loro esperienze nell’organizzare attività sportive e/o artistiche per persone disabili  e la presentazione di pubbliche amministrazioni che hanno abbattuto barriere, architettoniche e non, realizzando concreti miglioramenti per la vita dei disabili.

In questo ambito, l’assessorato alla promozione sociale del Comune di Savona in collaborazione con la commissione consiliare di studio per l’abbattimento delle barriere archiettoniche ospita la tappa savonese del Cammino di Marcella venerdì 11 Marzo, dalle ore 11 alle 12, presso la Sala Rossa del Palazzo Civico di Savona.

“Il prossimo 11 marzo passerà a Savona Il cammino di Marcella. La signora Anna Rastello e i compagni di cammino chiedono di poter incontrare persone e poter scambiare qualche opinione ed esperienza sui temi della disabilità e dell’handicap poiché il cammino di Anna sarà un po’ quello di tutti noi per giungere ad accettare la disabilità di ognuno senza creare ulteriori barriere: mentali, psicologiche, fisiche ed architettoniche. Con la Commissione Consiliare di studio per l’abbattimento della barriere architettoniche molti passi avanti sono stati fatti a Savona per rendere la città più bella e quindi accessibile a tutti. Le barriere sono non solo architettoniche ma anche culturali ed è importante continuare a lottare perchè l’uguaglianza fra persone sia concretizzata” afferma l’assessore alla promozione sociale Isabella Sorgini.

L’idea di questo cammino nasce nella notte tra il 12 e il 13 aprile 1997, quando in seguito ad un incidente stradale Marcella, una bimba di 8 anni, fu sbalzata dall’auto su cui viaggiava e cadde dal viadotto Piani, lungo l’autostrada A26. Dopo il lungo volo (circa 28 metri) i soccorritori, anche a causa dell’oscurità, non riuscivano a trovare Marcella. In quei terribili minuti la madre Anna Rastello promise che, se sua figlia fosse stata ritrovata viva, sarebbe andata a piedi a Lourdes.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.