IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giappone: l’Arpal intensifica i controlli sulla radioattività

Liguria. Aumentano i controlli della radioattività ambientale. Lo ha chiesto l’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ai vari nodi della rete di monitoraggio presenti in Italia. Una misura “di estrema cautela” nei confronti della popolazione, si legge in una nota dell’Agenzia regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure, in seguito al terremoto del Giappone e alle apprensioni che destano nell’opinione pubblica le notizie sulla centrale nucleare di Fukushima.

I campionamenti, quindi, non saranno più mensili ma settimanali e, oltre a Genova, riguarderanno l’intera regione. Arpal precisa che “sulla base delle informazioni diffuse dalle autorità nipponiche e dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA) la situazione non è preoccupante per l’Italia in generale e per la Liguria in particolare”.

Eventuali conseguenze di quello che sta succedendo in Giappone, a livello strumentale e comunque non di rilevanza sanitaria, potranno essere percepite non prima di qualche mese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Iosif
    Scritto da Iosif

    Solo pensare che la radioattività presente ora in Giappone possa arrivare da noi mantenendo valori pericolosi la dice lunga sull’incompetenza e l’ignoranza che regna in materia.

  2. Scritto da francone

    E che basterebbero 10 pannelli solari su ogni casa per eliminare quasi del tutto il “problema” energia!
    Le centrali nucleari sono sicure,ci credo,ma basta un imprevisto tipo un terremoto e si condannano GENERAZIONI di persone.

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    L’opinione comune sulla “sobrieta’ intellettuale” di chi propone ancora l’adozione del nucleare e’ piuttosto bassina.