IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Nuova si riunisce a Savona: c’è chi dice “no”

Più informazioni su

Savona. No alla presenza dei rappresentanti di Forza Nuova a Savona: il secco rifiuto arriva dai Giovani Comunisti che considerano inaccettabile l’arrivo dei seguaci di Roberto Fiore nella Città medaglia d’oro al Valor militare per la Resistenza, previsto per sabato 12 marzo all’hotel Riviera Suisse.

“Già altre volte abbiamo chiamato la cittadinanza a rispondere a queste provocazioni, al fatto che un soggetto politico dichiaratamente neofascista, xenofobo e omofobo potesse avere spazi di agibilità nella nostra città – si legge in una nota dei Giovani Comunisti – Abbiamo avuto da parecchi settori soprattutto giovanili dell´antifascismo savonese una risposta positiva e ci siamo con loro opposti alla presenza dei neofascisti provando a testimoniare che Savona non ha perso del tutto la sua memoria e che sarebbe stato giusto trovare a questi appuntamenti anche l’ANPI ed altre associzioni democratiche, in difesa della libertà e della Costituzione.
Per questo abbiamo deciso di riproporre un momento di protesta anche in questa occasione e abbiamo pensato che fosse giusto farlo in presenza della manifestazione che si terrà proprio sabato 12 Marzo a difesa della Carta del 1948”.

“Noi saremo in piazza Mameli nelle ore del pomeriggio di sabato prossimo per diffondere volantini e per invitare i cittadini a ricordare e ad indignarsi – annunciano – Facciamo appello all´ANPI, alla CGIL, al sindacalismo di base, a tutte le strutture sociali e ai partiti politici antifascisti, ai giovani, agli studenti, ai lavoratori e alle lavoratrici affinchè alle ore 18, al suono della campana del Monumento ai Caduti per tutte le guerre, i manifestanti di piazza Sisto convergano in piazza Mameli e condividano insieme a noi per 21 rintocchi un simbolico ma effettivo gesto di rifiuto verso la presenza di Forza nuova a Savona, portando ciascuno la bandiera o lo striscione che vorrà. Magari anche quelle bandiere tricolori del nostro Paese che troppe volte i fascisti rivendicano come proprie e che sono, invece, il simbolo della rinascita democratica dell´Italia dopo la guerra di Liberazione e la lotta partigiana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ragazzi del Manfrei
    Scritto da Ragazzi del Manfrei

    Non capisco uno come faccia a professarsi democratico e poi andare da qualcuno, con idee opposte, e dirgli: tu non hai il diritto di esprimerti.
    Credo che il totalitarismo e l’imbecillità umana si possano solo combattere con le idee, il confronto e le ragioni che si hanno

  2. maver80
    Scritto da maver80

    Questi soggetti forse non ricordano che nel nostro Paese vige la libertà di pensiero ed ideologia politica!

    Dimenticano anche che la campana di piazza Mameli non rappresenta i caduti per la resistenza ma ogni caduto di tutte le guerre!

    Chi è senza peccato scagli la prima pietra, se sono dimostrati i crimini commessi dal fascismo, sono altrettanto documentate e provate le atrocità commesse dal comunismo e dagli stessi partigiani (o quantomeno i delinquenti che si facevano passare per partigiani ed hanno commesso più delitti immotivati di molti fgascisti)!!!!!!

  3. Ciccio Formaggio
    Scritto da Hakuna Matata

    Beh, certo che i morti ammazzati dai regimi di destra hanno sofferto di più che i morti ammazzati dai regimi di sinistra.
    Sarà in questa considerazione la manifesta ottusità dei “comunisti” savonesi?

  4. Orazio
    Scritto da Orazio

    Non riescono proprio a capirlo che è un atteggiamento antidemocratico ?? tutti hanno diritto ad essere rappresentati. Tanto se uno è filofascista lo rimane con o senza sede di FN, quindi savonesi mettetevi l’anima in pace, i fascisti sono anche tra voi. Tra l’altro c’è anche molto parallelismo tra le battaglie sociali dei neofascisti ed e quelle dei neocomunisti.

  5. Scritto da freeholly9

    accetterei una critica del genere da un partito qualsiasi,ma non da un partito di giovani comunisti.
    tutti quelli che fanno i comunisti dovrebbero andar in russia a vedere cos’era veramente il comunismo, e dovrebbero fermarsi a riflettere sulle barbarie commesse in passato.