IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale: tutte le novità del Salone dell’Agroalimentare ligure foto

Finale Ligure. L’incontro tra la domanda e l’offerta di prodotti tipici liguri sarà al centro del Workshop “B2B” (business to business), che si terrà la mattina dell’11 marzo, dalle 10 alle 12,45, nel Complesso Monumentale di Santa Caterina a Finalborgo. Con quest’iniziativa il Salone amplia la sua durata, anticipando l’apertura ai soli operatori professionali il mattino dell’11 marzo (l’ingresso al pubblico sarà consentito dalle ore 15) e potenziando i servizi commerciali rivolti alle aziende.

Un campione di espositori che parteciperanno alla rassegna incontreranno nella Saletta workshop ristoratori, albergatori, commercianti, ditte di catering, grossisti e responsabili di supermercati e ipermercati interessati ad acquistare i loro prodotti.

Le aziende che ogni anno prendono parte al Salone sono accuratamente selezionate ed operano tutte nella produzione e nella commercializzazione di prodotti agroalimentari esclusivamente liguri e caratterizzati da un alto livello qualitativo. Una formula, quella del “Made in Liguria”, che fa della rassegna finalese un appuntamento fra i più attesi della Riviera, capace di attrarre anche visitatori provenienti da altre regioni, oltre che dalla Francia e dalla Svizzera (negli ultimi anni è costantemente cresciuto il numero di coloro che sono partiti appositamente da queste due nazioni per raggiungere Finale in occasione della manifestazione).

 “Mi preme sottolineare quanto questo evento, che la Camera di Commercio ha fortemente voluto a Finalborgo, sia focalizzato sulla dimensione qualitativa dei prodotti e quindi orientato ad accrescere la cultura del cibo, intesa come momento di scoperta, confronto e conoscenza, ma anche come invito ad un consumo responsabile, genuino e salutare” ha detto il presidente della Camera di Commercio di Savona, Luciano Pasquale.

 “La Provincia di Savona è attivamente impegnata nella valorizzazione del proprio territorio e delle sue produzioni agroalimentari tipiche, obbiettivo di grande interesse economico, turistico, culturale e sociale, da svilupparsi attraverso una sinergica collaborazione fra gli Enti pubblici territoriali, le aziende produttrici e la cittadinanza. Fin dal 2006 il Salone dell’Agroalimentare Ligure si è affermato quale evento di eccellenza per la nostra provincia e per la promozione turistica di questo importantissimo e peculiare aspetto della nostro territorio, unico per la sua variegata e complessa geografia e cultura” afferma il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza.

“Siamo lieti di ospitare ancora una volta il Salone dell’Agroalimentare Ligure, evento che qualifica l’offerta turistica  della nostra città e che riscuote sempre l’interesse di un vasto pubblico.  La settima edizione della manifestazione sarà anche l’occasione per scoprire ed apprezzare le bellezze di Finalborgo, vero gioiello della nostra città, entrato a far parte del Club dei Borghi più belli d’Italia” afferma il sindaco di Finale Ligure, Flaminio Richeri.

Il Salone è suddiviso in aree tematiche, ciascuna dedicata ad una diversa tipologia di prodotto. Subito dopo l’infopoint, primo punto di accoglienza dei visitatori, si apre il Carrugio del Pesto, che riunisce i produttori della celebre salsa ligure. Seguono il Largo dell’olio, spazio dedicato all’extravergine delle quattro province, la Cantinetta, con i grandi vini liguri, i liquori e le birre, il Largo del Dolce, con vere e proprie “chicche” della produzione dolciaria regionale, il Largo degli Orti, con frutta, verdura e piante da frutto distribuite all’interno del giardino botanico di Santa Caterina, e la Via dei Sapori, caratterizzata dalla presenza di salumi, formaggi, conserve, confetture, sciroppi, mostarde, sotto’oli, funghi, torte salate e altre specialità.

Orari: venerdì 11 marzo dalle 10 alle 12,45 incontro tra operatori professionali, su invito; dalle 15 alle 20 apertura al pubblico.  Sabato 12 e domenica 13 apertura al pubblico dalle 10 alle 20. L’ingresso è libero. A disposizione dei visitatori un servizio gratuito di bus navetta dal centro di Finalmarina a Finalborgo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.