IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, domani si chiude il Salone dell’Agroalimentare Ligure: il programma foto

Finale L. Terza e ultima giornata, domani, del Salone dell’Agroalimentare Ligure a Finalborgo. La rassegna espositiva sarà aperta dalle 10 alle 20. Molti gli eventi collaterali in programma. Alle 10 riprenderanno al “Pesto corner” i laboratori a cura della Confraternita del pesto di Genova: “Conosciamo il pesto genovese” (ore 10 e 16), “Pesto e dintorni” (ore 12 e 17,30) e “Pesto che passione” (ore 14 e 18,30).

Alle 10,30, alla Sala Liguria, si terrà l’incontro “La filiera del pernambucco” a cura dell’Associazione Italiana Etnogastronomi, seguito alle 11, all’Arena Eventi, dal laboratorio “Il risotto incontra il pesto”, a cura della Confraternita ligure del Risotto, dell’Antico Ordine dei cavalieri di Adelasia e della Confraternita del Pesto. Alle 12 la Sala Liguria ospiterà il laboratorio “I segreti dell’olio di oliva e delle sue eccellenze”, promosso da Capo Panel Olio Dop Riviera Ligure e dalla Camera di Commercio di Savona.

Le iniziative proseguiranno nel pomeriggio con altri tre laboratori: “I formaggi del Ponente ligure in abbinamento con i mieli locali” alla Sala Liguria (ore 15, Associazione allevatori Savona, associazione Apicoltori e Camera di Commercio di Savona), “Composizioni floreali con i fiori e le fronde di Sanremo” all’Arena Eventi (ore 15, Azienda speciale Riviera dei Fiori e Camera di Commercio di Imperia) e “Degustazione guidata dei vini Doc e Igt della provincia di Savona” alla Sala Liguria (ore 17, Commissione degustazione vini doc e Camera di Commercio di Savona).

L’antica Cappella Oliveri ospita la Saletta della cucina preistorica, dove gli animatori del Museo Archeologico del Finale presentano il laboratorio “Il benessere con le erbe: tradizione e antiche conoscenze” per la preparazione di sali da bagno aromatizzati (ore 10-11-12-14-15-16-17-18). Presso la sede del Museo, che in occasione del Salone effettua un orario di apertura straordinario (ore 10-12 e 14-19), con ingresso ridotto a 2 euro anziché 4, sono in programma domenica tre incontri per scoprire curiosità, storie e segreti sulla cucina di età romana, sull’alimentazione nel Medioevo e sul significato di frutti e altri vegetali in relazione al mondo femminile dalla Preistoria ad oggi: “Divinità femminili e simboli vegetali” (ore 10,30), “Sulla tavola medioevale …” (ore 15,30) e “A tavola con Lucius. Cibi e bevande nell’antica Roma” (ore 17).

La partecipazione ai laboratori è gratuita. I visitatori possono accreditarsi presso la Segreteria del Salone fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il Salone è suddiviso in aree tematiche, ciascuna dedicata ad una diversa tipologia di prodotto: Carruggio del Pesto, Largo dell’Olio, Cantinetta, Largo del Dolce, Largo degli Orti, Via dei Sapori, AgriPiazza, Auditorium dei Sapori, Saletta dei Presidi Slow Food, Mercato del Pesce, Piazzetta della Focaccia, Giardino dei Sapori e dei Profumi, Saletta della Cucina Preistorica, Largo dei Fiori e degli Aromi e Largo dell’Agricoltura.

Sono oltre 200 le aziende agroalimentari presenti e sono moltissimi i prodotti in mostra: olio, vino a denominazione di origine protetta, formaggi, salumi, miele, pesto e salsa di noci, focaccia classica e focaccia di Recco, pandolce genovese, chifferi di Finale, baci di Alassio, amaretti di Sassello, confetture e gelatine, dolci di castagne, frutta candita, cioccolata, torta “Stroscia”, olive in salamoia, paté, torte di verdura, liquori, birra, marmellate, tartufi di Millesimo, acciughe sotto sale, , farinata, focaccini di Finalborgo, sciroppo di rose, basilico, pane allo zafferano, chinotti, erbe aromatiche, piante e fiori in vaso e recisi, funghi, pasta e pesci del Mar Ligure.

Presenti al Salone anche i Presìdi Slow Food della Liguria: il chinotto di Savona, l’asparago violetto di Albenga, i fagioli di Badalucco, Conio e Pigna, la castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo, le albicocche di Valleggia e le tome di pecora Brigasca. Per tutta la giornata poi si potranno degustare al Largo delle bontà e in Piazza della focaccia alcune preparazioni tipiche: focaccia al formaggio di Recco, focaccia savonese, “panissa”, frittelle alle erbe aromatiche, frittelle di verdure, crostata con la marmellata di arance della varietà pernambucco e crostata con la marmellata di chinotto. Sono presenti in questo spazio anche il Cab (Consorzio allevatori Val Bormida) e il Mercato del pesce del Mar Ligure.

Al Largo dell’agricoltura si terranno, invece, laboratori e dimostrazioni presso gli stand allestiti dalle associazioni di categoria Coldiretti, Cia e Confagricoltura, partner della manifestazione, mentre al Giardino dei Sapori e dei profumi si potranno assaggiare farinata, fior di latte e croccante. In programma anche la mostra fotografica di Andrea Sampietro “Agricoltori” e “Salone Vintage”, esposizione dedicata alle precedenti edizioni della rassegna. Alcuni ristoranti di Finale propongono menù con prodotti liguri dedicati alla manifestazione, mentre le attività commerciali hanno allestito delle vetrine a tema.

Il Salone è organizzato da: Regione Liguria, Unioncamere, Provincia di Savona, Camera di Commercio di Savona, Comune di Finale Ligure, Azienda Speciale CCIAA Savona. L’ingresso è libero. A disposizione dei visitatori un servizio gratuito di bus navetta da Finalmarina a Finalborgo (collegamento a/r Area Piaggio-Stazione Ferroviaria Finalmarina – Finalborgo ogni 30 minuti dalle 10 alle 20). Per informazioni: www.saloneagroalimentareligure.org.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.