IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Fabbriche Aperte 2011″: oltre 500 gli studenti coinvolti nel progetto dell’Unione Industriali foto

Savona. Conoscere le aziende savonesi, le loro produzioni, le opportunità di lavoro e di crescita professionale, attraverso visite, domande agli imprenditori, giochi e video. E’ questo l’obiettivo di “Fabbriche Aperte”, il progetto dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, che coinvolge i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado del savonese. L’iniziativa, nata proprio per avvicinare gli studenti al mondo delle aziende, coinvolge quest’anno oltre 500 ragazzi.

Dopo un periodo di preparazione in classe sono iniziate le visite: dal 1° marzo al 12 aprile i ragazzi, fra i 12 e i 13 anni, appartenenti a 7 Istituti savonesi saranno ospitati da alcune fra le più importanti industrie del territorio, alla scoperta delle loro realtà produttive. Il progetto, giunto alla sua quarta edizione, crea un contatto diretto ed una conoscenza reciproca fra giovani studenti e mondo del lavoro e dell’industria, ponendo l’accento sulle opportunità lavorative offerte dal territorio e sull’importanza della formazione tecnico-scientifica per il futuro dei giovani che fra qualche anno si affacceranno al mondo del lavoro.

“Fabbriche Aperte – spiega il Presidente dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, Fabio Atzori – è un viaggio alla scoperta del territorio e delle sue risorse che stimola il dialogo ed il confronto tra imprese e studenti. Le tre passate edizioni hanno riscosso un’adesione importante di Istituti ed Aziende, coinvolgendo oltre 1000 ragazzi. Per dare il giusto valore alla cultura e alla formazione tecnico-scientifica noi offriamo uno strumento dinamico, arricchito ogni anno di novità. Infatti, in occasione della proclamazione da parte dell’Onu dell’”Anno Internazionale della Chimica”, questa edizione di Fabbriche Aperte rivolgerà una particolare attenzione al comparto della Chimica con una sezione dedicata interamente al ruolo e all’importanza di questo settore”.

Dieci le Aziende e sette gli Istituti scolastici secondari che partecipano a Fabbriche Aperte. Questo l’elenco delle aziende: Bombardier Transportation Italy S.p.A., Continental Brakes Italy S.p.A, Demont S.r.l., F.A.C. S.p.A, Infineum Italia S.r.l., Noberasco S.p.A, Piaggio Aero Industries S.p.A, Reefer Terminal S.p.A, Tirreno Power S.p.A e Verallia Italia S.p.A. Queste invece le scuole: Pertini e Guidobono di Savona e gli Istituti comprensivi di Cairo Montenotte, Millesimo, Spotorno, Quiliano e Vado Ligure. Tutor dei giovani studenti anche in questa quarta edizione sono i ragazzi dell’Associazione Giovani per la Scienza.

Fabbriche Aperte, che ogni anno si arricchisce di nuovi contenuti, quest’anno rivolgerà una particolare attenzione alla Chimica. Nel tradizionale video che racconta il viaggio degli studenti savonesi all’interno delle aziende del territorio, una sezione sarà dedicata proprio al ruolo della Chimica ed alla sua importanza nel miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi industriali e della tutela ambientale.

Così il video finale diventerà un vero e proprio diario di viaggio con i ragazzi che si caleranno nel ruolo di esploratori di aziende e prodotti, con particolare attenzione all’innovazione e ricerca, alla tutela dell’ambiente, agli sbocchi occupazionali da scoprire in prima persona e poi spiegare ai propri coetanei.

Il tutto nella convinzione che il coinvolgimento in un ruolo attivo dei giovanissimi, con un abbinamento gioco-didattica, alimenti curiosità e capacità di apprendimento. Per questo motivo sarà riproposto nell’ambito di Fabbriche Aperte “Alla conquista di una mente scientifica”, gara a punti articolata in tre fasi che vede i ragazzi protagonisti di una caccia all’indizio in ogni fase del progetto, ciascuna con un punteggio tutto da conquistare. I vincitori, uno per classe, saranno premiati nel tradizionale evento conclusivo in programma per la fine di maggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.