IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza profughi, Vaccarezza: “Un tavolo di coordinamento provinciale”

Savona. Sono attesi anche in provincia di Savona i rifugiati e profughi provenienti dalla Libia e dal Nord Africa. Si parla di circa 250 persone che potrebbero essere accolte nel territorio savonese, proprio a pochi giorni dall’inaugurazione da parte della Caritas di Savona e Albenga di due nuovi punti di accoglienza. Sul tema è tornato questa mattina anche il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: “Serve un tavolo operativo a livello provinciale, questa mattina ho avuto un incontro con la Croce Rossa e al momento già molti sindaci hanno dato la loro disponibilità. Parlerò di questa richiesta anche al prefetto, in quanto alla Prefettura spetta il ruolo principale di coordinamento delle operazioni e dell’emergenza”.

“Oltre all’accoglienza è giusto da parte della Provincia un intervento per chi vive situazioni di disagio, in particolare per questa tragedia di livello internazionale, per la quale serve un impegno straordinario da parte di tutti. Il Comune di Loano è disponibile, così come altri comuni del savonese…Ora si tratta di mettere assieme le forze per farsi trovare pronti…” ha concluso Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sampei29
    Scritto da sampei29

    resist, la tua mi sembra una visione lontana dalla realtà
    è necessario avere massimo rispetto dei migranti, ma non si può nascondere che rappresentino un problema per il paese che si trova in difficoltà economiche
    inoltre il problema delinquenza esiste, inutile nasconderlo, aggravato dalle leggi italiane che non puniscono i criminali, a prescindere che siano nostrani o “importati”

  2. lingotto
    Scritto da lingotto

    resist adesso mi tocca dare ragione a chi parla dei soliti moralisti..non mi sembra proprio questa l’occasione di tirare fuori sti discorsi!

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    I profughi non sono certo contenti di scappare dalla loro terra ma qui il problema ancor prima che economico è UMANITARIO come dice giustamente resist. Approvo anche re-corona a cui dico che spesso la ragione non ha matrice politica e che mi fa piacere osservare linee di pensiero trasversali e libere. Quindi accogliamo con mai tese questi poveri fratelli profughi e offriamo loro cio’ di cui hanno bisogno. Nel frattempo dobbiamo bombardare quello schizzoide venditore di tappeti e sradicare lui e i suoi complici dalla Libia. Poi i profughi saranno ben lieti di rientrare nella loro terra dove potranno auto-determinare il loro futuro, SENZA imposizioni politiche americane in stile IRAQ.
    Re corona@ i motivi per cui è stato stipulato un asse roma-Tripoli cosi’ imbarazzante, non ha altra spiegazione se non i molteplici interessi che ci sono sotto, il cui dettaglio è ampiamente reperibile in rete…I soldi non puzzano nè di cammello nè di idrocarburi!

  4. Belan
    Scritto da Belan

    @ Resist
    Evita questi paragoni che non stanno ne in cielo ne in terra!
    C’è chi puo’ accogliere immigrati e chi no.
    C’è chi ha strutture e chi no.

    e comunqu ripeto che non sono paragoni equivlenti.
    Inoltre ti ricordo che di albanesi ed altri extracomunitari li abbiamo accolti…..
    Quando poi si arriva a riempire il bicchiere………

    Poche migliaia…..ah ah
    Da inizio anno sono 15.000

    Vuoi entrare in Italia?
    Ti fai tutti i tuoi bei documenti e se non puoi lasci perdere.

  5. Scritto da Resist

    Leggiamo qualche libro di storia…dall’unità d’Italia,nell’arco di un secolo sono emigrati 24milioni di Italiani, bene o male accolti in tutti i paesi del mondo.
    Adesso per poche migliaia di profughi che fuggono dalla guerra e dalla miseria ci stracciamo le vesti….allora un pò di coerenza… facciamo Bossi Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri suo figlio.