IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza profughi, Guarnieri: “Colpa di chi non ha voluto un Cie. Albenga farà la sua parte”

Albenga. L’emergenza profughi vista dal sindaco leghista Rosy Guarnieri, che concorda sulle dichiarazioni rese oggi dal segretario di Anci Liguria, Pierluigi Vinai, che ha sottolineato l’obbligo all’accoglienza di persone che non sono immigrati qualsiasi ma rifugiati politici in fuga da una guerra, e la necessità che vi sia un coordinamento e un’organizzazione a livello territoriale per affrontare l’emergenza.

“Le parole di Vinai sono ragionevoli e pienamente condivisibili, specialmente nella parte relativa alla fondamentale distinzione tra status di clandestino e di rifugiato, due figure tra le quali sussiste una differenza non trascurabile – dice il primo cittadino ingauno – Urge tuttavia adottare in breve tempo azioni concrete e, da amministratore, chiedo alla Regione di farsi carico del coordinamento dell’accoglienza e di avviare un monitoraggio delle eventuali strutture che, nel caso, possano ospitare i rifugiati. Albenga non si tirerà indietro e farà la sua parte, ma prima ritengo opportuno conoscere le condizioni e, soprattutto, i numeri relativi al fenomeno. Nel caso specifico della nostra città, bisognerà necessariamente tenere conto della notevole quantità di extracomunitari già presenti e delle difficoltà e delle peculiarità del territorio”.

“Purtroppo, duole notare che l’attenzione e la sensibilità oggi giustamente dimostrate a livello regionale in direzione dell’accoglienza, non fossero presenti qualche anno fa quando, al momento di prendere scelte coraggiose e importanti, non si è ascoltato chi, a ragion veduta, proponeva la realizzazione di un CIE in Liguria, con finanziamento a carico del Ministero, cosa che avrebbe risolto numerosi problemi oggi ancora più difficili. Come si suol dire, chi è causa del suo mal, pianga sé stesso”, conclude Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Roonf-Pirates
    Scritto da Roonf-Pirates

    Ma la città di Alassio,non ospita nessuno di questi?Mi sa che questi forse fan orecchio da mercante,visto che di solito quando fermano i nord africani,”forse” li indirizzano verso Albenga!!??

  2. Scritto da Maverick

    Rifugiati, clandestini, profughi o quello che sono. Sono sempre sulla schiena di chi paga regolarmente le tasse. Ma si ci rende conto di che situazione c’é in piazza del Popolo all’imbrunire!! Un ghetto! E si parla di democrazia e libertà. Ma siamo sotto regime imposto da questi nord africani! Non siamo liberi di parcheggiare una macchina, di passeggiare…. Il tasso di criminalità ad Albenga supera di gran lunga SV. Volete fare qualcosa?!

  3. wolf
    Scritto da Nox

    Io ho forti dubbi che il sindaco Guarnieri conoscendo le sue idee si faccia ripire di
    Profughi …. Vero e che purtroppo la politica e i politici locali devono rispondere a quelli statali e se da Roma arriva un
    Ordine chiunque di destra o di sinistra deve obbedire ai vertici del proprio partito…..ma spero vivamente che il sindaco Guarnieri resista , perché se arrivano altri clandestini a sto giro , a scappare con
    Il canotto saranno gli
    Italiani

  4. Claudio VOLPE
    Scritto da Claudio VOLPE

    I profughi africani che fuggono dalla povertà delle loro terre d’origine fanno tanta pietà; questo non significa doverli accogliere come faceva la “ricca” America per noi Italiani del dopoguerra: da noi non c’è sufficiente ricchezza e/o possibilità di lavoro per le bocche di così tanti rifugiati che ogni giorno aumentano le fila dei già precari abitanti di Lampedusa e dintorni! Col cuore si vorrebbero aiutare tutti questi profughi ma la ragione ci dice che, non potendo offrire loro adeguati mezzi di sostentamento, ne autorizziamo una facoltà di delinquere che non è più banale teoria, purtroppo!!!! L’aria che si respira ad Albenga, già dalle prime ore dal tramonto, sono molto vicine ad una situazione di vero “coprifuoco” con scippi, furti con scasso, ferimenti e soprusi di ogni genere. Di giorno assistiamo continuamente a richieste spesso opprimenti di questuanti: non è un simpatico scenario per chi vive dignitosamente le proprie difficoltà economiche e si vede “quasi aggredire” ad ogni piè sospinto! Per concludere, non possiamo accettare nuovi arrivi e desideriamo che gli attuali extracomunitari residenti non si approprino del “nostro” territorio ma si adeguino alle norme civili dei propri Ospitanti con molta umiltà e decoro. E, se proprio non ci riescono, siano invitati dalle Autorità locali a rientrare nelle loro terre e … a dimenticarci!!!!!

  5. Hubble
    Scritto da Hubble

    @liguria libera, ah se il tuo nick fosse vero, il tuo commento è più che sensato ed ecco le tre risposte a nome di tanta gente: Perchè? Perchè? Perchè?
    In molti l’idea se la sono fatta, tu fai la tua ma, prima delle elezioni di Alassio se non non vale.