IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza frane: zone isolate a Orco Feglino e Rialto, a Magliolo rischio ambientale nell’ex discarica (foto) foto

Provincia. E’ emergenza nell’entroterra savonese per le molteplici frane che hanno funestato il territorio, per giunta a rischio di aggravamento per le insistenti piogge. Anche a Orco Feglino due smottamenti hanno creato grossi disagi: la Borgata Bricco è isolata, con difficoltà di movimento per i residenti e problemi per le due attività turistico-ricettive della zona. Ad essere invasa dalle pietre è stata la strada comunale di via Caviglia. Inconvenienti, pur meno gravi, anche sulla carreggiata della località Cappellette. Il Comune ha emesso ordinanze di chiusura al traffico delle due strade interessate, in via precauzionale.

Monitoraggio e sopralluoghi da parte di tecnici e geologi stanno riguardando tutta la provincia savonese. E’ in corso la visita dell’assessore regionale all’ambiente Renata Briano a Magliolo, presso l’ex discarica di zona Casei. Qui l’emergenza è ambientale, in quanto non possono transitare i camion che a ritmo quotidiano trasportano il percolato dall’ex sito sull’alture pietresi al Boscaccio di Vado Ligure. Tre frane ne impediscono il transito. L’accumulo di materiale potenzialmente nocivo, di acidi e reflui pericolosi nella vecchia discarica costituisce un rischio che la Regione vuole direttamente tenere sotto controllo.

Prosegue l’allerta anche a Rialto, sulle colline di Finale, dove le piogge potrebbero ulteriormente aggravare i cedimenti franosi. Una frana ha interrotto la strada comunale che porta alla frazione di Berea, con sospensione del servizio di linea e scuolabus: chi arriva da Vene andrà direttamente a Calice saltando la frazione Berea. La frazione rischia di rimanere isolata perché nella strada che porta a Calice, nonostante i lavori di consolidamento appena effettuati, si è verificato un secondo smottamento. E’ permesso solo il transito a senso unico-alternato e a mezzi non superiori a 3,5 tonnellate.

Una’altra frana interessa sempre Rialto la frazione Fugardi. Si tratta di un movimento di terriccio e pietre di circa 35 metri, che ha portato via una parte dell’unica strada comunale di collegamento fra la strada provinciale e la frazione, che rimane isolata per motivi di sicurezza. Infatti gli abitanti sono costretti a lasciare le auto sulla strada provinciale che dista all’incirca 500 metri dalle abitazioni. Inoltre durante la notte sono intervenuti i vigili del fuoco di Finale Ligure per uno smottamento che riguarda via Loggia e che riguarda un’abitazione privata invasa in parte dal fango e dal terriccio della frana stessa.

E’ attesa invece a Capo Santo Spirito, tra Borghetto e Ceriale, l’assessore ligure alle infrastrutture Raffaella Paita, che effettuerà un sopralluogo sul cantiere dove pietre e terra sono franati provocando l’interruzione della carreggiata, già sottoposta al senso unico alternato per l’intervento di allacciamento fognario. Questa mattina code lunghissime si sono create su entrambi i lati della litoranea, peggiorate da un maxi tamponamento in autostrada che ha richiesto la chiusura temporanea dell’A10 (leggi qui).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.