IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Savona, la Federazione della Sinistra: “Anomalia Udc, mediazione rocambolesca”

Savona. L’accordo tra Federico Berruti e gli esponenti raccolti nella Federazione della Sinistra attende l’imprimatur definitivo dei dirigenti provinciali, ma sono evidenti i segni di insofferenza verso l’Udc che, pur non essendo ostativi per una coalizione in grado di scongiurare lo spauracchio del ballottaggio, emergono già nella fase pre-elettorale. In ogni caso Marco Ravera e Claudio Gianetto, segretari provinciali rispettivamente di Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, insieme a Franco Zunino, portavoce provinciale della Federazione della Sinistra, giudicano positivamente l’accordo raggiunto con Berruti per la corsa elettorale.

Sulla ufficializzazione dell’accordo si deve aspettare la serata di oggi per quello che attiene ai Comunisti Italiani e lunedì per Rifondazione. “Nell’incontro tra le forze politiche di centrosinistra il sindaco uscente Federico Berruti ha illustrato alcuni indirizzi politici e programmatici per Savona, frutto della mediazione avvenuta rocambolescamente in questi mesi tra le forze politiche e il candidato sindaco in quell’insolita ‘trattativa testa a testa’. Proprio su questo aspetto la delegazione della Federazione della Sinistra ha evidenziato l’anomalia soprattutto in merito al rapporto con l’Udc e alla sua presenza in coalizione condivisa, invece, da tutte le altre forze” spiegano i tre esponenti della sinistra.

“Tornando alle linee programmatiche – aggiungono – alcuni di quei punti sono lo sviluppo positivo delle nostre battaglie contro l’aggressione al territorio, battaglie che hanno trovato negli ultimi tempi anche nuovi alleati. Pensiamo al porto della Margonara su cui abbiamo chiesto ed ottenuto lo stop definitivo, la priorità nel recupero e nel riutilizzo del patrimonio sfitto o dismesso o ancora l’impegno per la scuola, la promozione sociale e la partecipazione”.

“Un documento che riteniamo positivo come base di partenza per siglare l’accordo, ma che dovrà essere condiviso dai nostri organismi dirigenti così come avviene in una formazione democratica” affermano congiuntamente Ravera, Gianetto e Zunino.

“Come è noto – specifica Ravera – abbiamo sollevato dubbi e problemi sul metodo per assicurare la presenza dell’Udc nella squadra. Non è una critica alle singole persone, ma questa operazione è stata gestita male e non è maturata secondo le regole che vogliono una coalizione raggrupparsi intorno ai punti programmatici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Mediazione rocambolesca?….accidenti,Rifondazione e SEL fanno accordi con gli UDC favorevoli al nucleare(una logica di sviluppo totalmente inacettabile) e Socialisti che vogliono gli inceneritori(che ormai vanno anche contro il comune buon senso).
    E non si dica che è una lista civica per risolvere problemi locali…allora sui piccoli problemi vi potete trovare d’accordo anche con Forza Nuova.

  2. Scritto da Aurelio Bianchi

    Ho un’ottima opinione di Marco Ravera, lo considero serio e preparato.
    Ma, per favore, non tiriamo fuori linee programmatiche, e non parliamo di politica.
    Negli ultimi dieci anni, a Savona, non si è fatta nè politica nè amministrazione, ma semplice gestione del potere, tirando a campare giorno per giorno.
    Rifondazione ha sorretto l’amministrazione con cieca fedeltà, alzando deboli guaiti e lamentandosi con educazione.
    Se Margonara appartiene al passato, lo si deve alla Regione che ha gestito questo problema come ha gestito l’alleanza dell’Udc.
    Caro Ravera, ti chiedo solo un po’ di rispetto per i tuoi ex-elettori.