IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Custodiva borse contraffatte di un ambulante nel suo negozio: assolto dall’accusa di ricettazione

Varazze. Perché il fatto non costituisce reato. Con questa formula, questa mattina, in Tribunale a Savona, M.V., 49 anni, è stato assolto dall’accusa di ricettazione. L’uomo, titolare di un negozio di frutta e verdura, era finito nei guai, il 5 maggio del 2009, dopo un controllo della guardia di finanza. Le Fiamme Gialle, che stavano effettuando dei controlli sui prezzi, nel retro dell’esercizio commerciale, avevano trovato un sacco pieno di borse contraffatte dei marchi più noti.

In aula l’imputato ha spiegato che quella merce non era la sua, ma di un venditore ambulante che gli aveva chiesto di poter lasciare il suo borsone lì per qualche ora. Il negoziante insomma, secondo la tesi difensiva, si sarebbe limitato a custodire la borsa dell’ambulante nel negozio, ma senza sapere che cosa contenesse. Una tesi che almeno in parte deve aver convinto il giudice che a deciso di assolverlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.