IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Custode giudiziario e la figlia accusati di peculato e abuso d’ufficio: assolti

Savona. Erano accusati, in concorso, di peculato ed abuso di ufficio per una questione legata alla custodia giudiziaria di un motorino che era stato sequestrato in seguito ad un incidente mortale. Padre, C.M., 51 anni, e figlia, N.M., di 29, sono stati però assolti da ogni accusa (perché il fatto non costituisce reato, lui, e perché il fatto non sussiste, lei).

L’uomo, custode giudiziario, era finito nei guai quando, nel 2007, era stato dissequestrato il mezzo e la proprietaria recandosi dalla polizia stradale aveva raccontato di aver pagato 1200 euro al 51enne per il periodo di “deposito” del motorino che però non le era stato restituito (visto che era ancora con i sigilli). Gli agenti lo avevano quindi accusato di truffa, reato che il pm aveva poi mutato in peculato e abuso d’ufficio. Il 51enne, assistito dall’avvocato Flavio Opizzo, ha però chiarito che lui non ha mai chiesto denaro alla donna, ma che, su sua richiesta, gli aveva solo fornito un preventivo di spesa per il periodo di custodia giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.