IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Costa Crociere partecipa all’evento “L’ora della terra” del WWF e spegne tutte le luci

Liguria. Il 26 marzo alle 20.30, per 60 minuti, l’Ora della Terra (www.wwf.it/oradellaterra) spegnerà monumenti e luoghi simbolo in ogni angolo del pianeta, con l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza di adottare comportamenti e stili di vita sostenibili. Realizzato dal WWF nel 2007 nella sola città di Sidney, esteso poi al resto del mondo, nel 2010 l’evento ha coinvolto oltre 4.500 città in 128 Paesi.

Costa Crociere, partner del WWF Italia dal 2005, partecipa all’Ora della Terra 2011 con tutta la flotta, che con 14 navi in servizio e 2 in costruzione è la più grande in Europa. Il 26 marzo alle 20.30, le navi Costa, che saranno in crociera in tutto il mondo – in Mediterraneo, Sud America, Emirati Arabi, Caraibi, Oceano Indiano, Estremo Oriente – spegneranno simbolicamente il “gran pavese”, il fumaiolo e le luci dei ponti esterni, in conformità alle norme di sicurezza. L’evento sarà inoltre festeggiato a bordo con una speciale cena a “lume di candela” nei ristoranti delle navi. Gli Ospiti in vacanza sulla flotta Costa saranno sensibilizzati sull’evento dell’Ora della Terra.  

La partecipazione di Costa Crociere all’evento mondiale del WWF coinvolgerà anche il Palazzo Costa, la sede centrale della Compagnia a Genova, inaugurata nel giugno 2010, uno dei primi palazzi italiani ad “emissione 0 in sito” di anidride carbonica. In occasione dell’Ora della Terra 2011 il Palazzo Costa spegnerà le luci della speciale copertura esterna in vetro a lastre di grandi dimensioni, che ha una superficie di 1.500 m², le luci interne e le luci al led della grande “C” del logo Costa che campeggia sulla sommità della copertura.  

Costa Crociere è leader nel rispetto ambientale perché volontariamente applica alle sue navi delle regole ancora più restrittive delle leggi e dei regolamenti (locali, nazionali ed internazionali) vigenti in materia. Questo impegno è stato riconosciuto nel 2004 dal RINA con il “B.E.S.T. 4” , il sistema integrato di quattro certificazioni volontarie che comprende anche la ISO 14001, e dalla notazione Green Star del RINA, assegnata a tutta la flotta, che va oltre la normativa Marpol vigente in materia.

La flotta Costa è tra le più avanzate al mondo, sia nella progettazione che nella gestione, per la tutela dell’ambiente e il risparmio energetico. Le ultime navi entrate a far parte della flotta, Costa Luminosa e Costa Deliziosa, insieme alla futura ammiraglia Costa Favolosa, nelle fasi finali di allestimento negli stabilimenti di Fincantieri a Marghera (Venezia)  e in consegna a luglio 2011, sono le prime navi in Italia e tra le prime al mondo a essere predisposte per il “cold ironing”, il sistema che permette alle navi ferme in banchina di ricevere la corrente da terra, senza dover tenere accesi i motori per alimentare i generatori di bordo. Sulle navi della flotta viene effettuata  raccolta differenziata per il 100% dei rifiuti solidi di bordo, e nessun rifiuto speciale viene mai scaricato in mare. Una speciale attenzione viene riservata al riciclo dei rifiuti, in relazione al quale Costa promuove nei vari porti accordi e progetti ad esso finalizzati.

Gli importanti risultati ottenuti da Costa Crociere in campo ambientale sono documentati e descritti nel Bilancio Socio Ambientale, redatto secondo le linee guida del Global Reporting Initiative (GRI) e certificato dal RINA. I risultati più significativi dell’ultima edizione del bilancio, relativa all’anno 2009, sono: riduzione del 9% (rispetto al 2008) del consumo di carburante in rapporto alle distanze percorse e alla capacità della flotta con conseguente riduzione di CO2 prodotta; riduzione  (-24%) della produzione di gas ad effetto serra derivante dall’utilizzo di refrigeranti; riduzione della produzione di gas lesivi della fascia di ozono (-9%).

L’impegno sociale e ambientale di Costa Crociere si concretizza anche attraverso importanti partnership. Dal luglio 2005 Costa Crociere è al fianco del WWF Italia  per la protezione e la salvaguardia del mare. Dal 2009 la partnership è dedicata ad un progetto di tutela del Mar Mediterraneo attraverso la creazione di un sistema di aree marine protette. In questo ambito nel luglio 2010 Costa ha aderito, come prima e unica compagnia di crociere al mondo,  alla fase di sperimentazione del progetto Repcet, un sistema informatico che, grazie ad un network computerizzato, protegge e studia i cetacei. Dal 2005 inoltre Costa Crociere collabora a un progetto del  Joint Research Centre della Commissione Europea per il monitoraggio del cambiamento climatico nel Mediterraneo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.