IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, Prima Categoria: Pallare si illude, Pietra Ligure vince in rimonta

Pietra Ligure. Quattordicesima vittoria stagionale per il Pietra Ligure che rafforza la propria posizione in zona playoff. Sedicesima sconfitta per il Pallare che rischia la retrocessione diretta, se i playout non dovessero venire disputati.

L’allenatore biancoceleste Dondo schiera la sua squadra, per dovere di ospitalità in maglia gialla, con Rumbolo tra i pali; Sansalone, Sancinito e Carossino in difesa; a centrocampo, da destra, Sparzo, Di Lorenzo, Vanzini, Alestra e Usai; Fontana e Celella davanti. Il Pallare, condotto da Grimaudo, si presenta con Marenco in porta; in difesa, da destra, Porro, Giuliano, Lupi e Rebella; a centrocampo Berta, Schinca, Pistone e Zela; Lo Piccolo e Laudando in attacco.

In avvio di gara sono i padroni di casa a cercare di costruire. Al 3° c’è un cross dalla destra di Sparzo, Celella colpisce al volo e centra in pieno il palo ma Berardinello aveva già fermato l’azione per fuorigioco. Poco dopo Sancinito lancia Fontana che scatta al limite del fuorigioco, Marenco esce fuori area per anticiparlo con un colpo di testa. Sull’altro fronte si segnala un tiro sbilenco di Pistone sugli sviluppi di un angolo dalla sinistra. Quindi lo imita Lo Piccolo con una conclusione pretenziosa.

Al 16° Usai ha tra i piedi un buon pallone, ha spazio per andare al tiro ma non si coordina bene e spara alto. La manovra è sostanzialmente nelle mani dei giocatori locali, i quali creano soprattutto sulla fascia destra, dove spinge il dinamico Sparzo. Al 19° Vanzini pesca in area Di Lorenzo che riceve ma al momento della conclusione viene anticipato da un difensore. Poi c’è un cross di Sparzo che si rivela di poco lungo per Celella.

Il Pallare si fa vivo al 24° con un calcio di punizione: Lo Piccolo mette in mezzo, Rumbolo respinge con i pugni, la sfera torna sui piedi del numero 10 biancoazzurro che ci prova dalla distanza; il suo tiro si trasforma in un assist per Zela che però è sorpreso e non riesce a controllare. Al 27° il pietrese Usai ha un altro buon pallone ma il suo tentativo è debole ed è facile preda per Marenco.

Ancora Pietra: Vanzini serve Celella, questi fa da sponda per Di Lorenzo ma nel frattempo viene atterrato. Punizione da posizione centrale. Sul pallone va Fontana ma la sua botta si infrange sulla barriera. Il gioco riprende con una rimessa laterale dello stesso Fontana, sui cui sviluppi il pallone perviene ad Alestra che dal limite fa partire un tiro che si spegne a lato alla destra di Marenco.

Al 37° Sansalone, dalla sua metà campo, lancia lungo a cercare gli avanti pietresi: Fontana non aggancia, ci arriva Celella ma il suo tocco ravvicinato non ha buon esito. A fermare le iniziative dei padroni di casa è spesso l’arbitro, il quale ravvisa per 7 volte nei primi 40 minuti una posizione di fuorigioco di un giocatore del Pietra. Un paio di queste vengono contestate dalla panchina e dal pubblico di casa.

Quando il primo tempo sembra indirizzato verso un risultato ad occhiali, giunge il vantaggio ospite. Laudando si presenta al limite sinistro dell’area e in orizzontale serve Pistone, il quale, con una stoccata al volo, trafigge Rumbolo: 0 a 1. Il Pietra prova immediatamente a reagire all’inatteso svantaggio. Cross dalla destra di Sparzo, Celella viene anticipato me riesce a recuperare la sfera, tocca dietro per Fontana che con esterno insidioso impegna Marenco in una deviazione in angolo. Sugli sviluppi del corner Usai prova il tiro ma viene ribattuto.

In avvio di ripresa il Pallare presenta lo stesso undici, mentre Dondo schiera Panarello al posto dell’appannato Usai, spostando Alestra nel ruolo di esterno sinistro. Nei primi minuti la squadra di casa pare avere le idee annebbiate e sbaglia tutto in fase di impostazione. Al 7°, però, riesce a trovare il pareggio. Vanzini lancia sulla destra Fontana che avanza palla al piede sulla fascia, entra in area, alza la testa e serve perfettamente Celella che a due passi dalla porta non può sbagliare.

Il goal galvanizza i biancocelesti e la partita si gioca in una sola metà campo, con i valbormidesi che badano solamente a difendere. Al 10° traversone dalla sinistra di Celella, palla indirizzata al ben appostato Fontana ma Lupi si oppone e si rifugia in angolo. Al quarto d’ora Vanzini calcia un corner dalla destra, in area svetta Sancinito ma non ci arriva per un soffio; l’azione prosegue e Alestra mette in mezzo un pallone ottimo per Fontana, il cui colpo di testa ravvicinato, però, non trova lo specchio della porta.

Il numero 9 di casa prova a farsi perdonare l’errore al 19° quando, innescato da un lungo rinvio di Rumbolo, controlla e va al tiro da posizione defilata, Marenco è attento. Al 24° il Pietra ha a disposizione un calcio di punizione dai venti metri, in posizione leggermente spostata sulla destra. Berardinello ha il suo bel da fare per porre fine alle lunghe scaramucce nella sistemazione della barriera. Si incarica del tiro Alestra che, con una perfetta esecuzione, scavalca gli avversari in barriera e lascia di stucco Marenco, per poi correre ad esultare sotto la tribuna.

La prima reazione del Pallare è un tiro immediato di Lo Piccolo che si spegne sul fondo. Al 26° si propone ancora il Pietra con Di Lorenzo che, lanciato sulla fascia destra, viene anticipato in extremis da Marenco in uscita. Sul cambio di fronte Altomari al limite controlla bene, salta un avversario e va al tiro, ma Panarello respinge.

Mentre tra i locali esce l’autore del raddoppio Alestra, per lasciare spazio alla bandiera del Pietra, Sole, tra gli ospiti Grimaudo manda in campo Giusto, passando ad un attacco a tre con lo stesso numero 18 che va ad affiancarsi ai due compagni di reparto.

Il gioco riprende e Fontana cerca di mettere il suo sigillo sulla partita: ben lanciato si presenta al limite dell’area e prova a scavalcare Marenco con un tocco morbido ma calibra male e il portiere ospite non ha problemi nell’intercettare. Al 36° gli ospiti sfiorano il pari: lancio di Laudando dalla destra, in area Lo Piccolo colpisce di testa e centra in pieno la traversa; la palla resta lì, Giusto prova la girata ma liscia.

Scampato il pericolo, il Pietra Ligure bada a non scoprirsi. I locali, anzi, riescono a chiudere la partita nella metà campo avversaria, evitando rischi. Al 42° Lupi atterra Celella al limite: Fontana calcia la punizione sulla barriera, riprende il pallone e tira debolmente, Marenco blocca a terra. Poco dopo lo stesso Fontana, spostato sulla sinistra dopo l’ingresso di Fraire, triangola con il neo entrato e va al tiro, ma non riesce ad imprimere potenza al pallone.

Al 45° Giuliano si becca un cartellino giallo per atterramento ai danni di Fontana. Il calcio da fermo, da posizione defilata, è scodellato in area dallo stesso attaccante ma la retroguardia allontana. Il Pietra resta lì, nella trequarti ospite, e in pieno recupero Giuliano, saltato da Celella, gli rifila un calcio. Cartellino rosso diretto e la partita finisce qui. Il Pallare vede sfumare il colpaccio e ora dovrà soffrire per salvarsi, mentre il Pietra Ligure arriva con il morale alto allo scontro di alta classifica con il Quiliano.

Il tabellino:
Pietra Ligure – Pallare 2 – 1 (p.t. 0 – 1)
Pietra Ligure: Rumbolo, Sansalone, Carrossino, Vanzini (s.t. 35° Fraire), Sancinito, Alestra (s.t. 29° Sole), C. Sparzo (capitano), Di Lorenzo, Fontana, Celella, Usai (s.t. 1° Panarello). All. Dondo.
Pallare: Marenco, Porro (s.t. 35° Saino), Rebella (s.t. 29° Giusto), Lupi, Giuliano, Pistone (capitano), Berta (s.t. 20° Altomari), Schinca, Laudando, Lo Piccolo, Zela. All. Grimaudo.
Arbitro: Angelo Berardinello (Imperia).
Reti: p.t. Pistone (Pa), s.t. 7° Celella (Pi), 24° Alestra (Pi).
Espulsioni: s.t. 48° Giuliano (Pa).
Ammonizioni: s.t. 2° Laudando (Pa), 18° Vanzini (Pi), 24° Porro (Pa), 31° Lo Piccolo (Pa), 39° Altomari (Pa), 45° Giuliano (Pa), 49° Pistone (Pa).
Calci d’angolo: Pietra Ligure 7, Pallare 2.
Fuorigioco: Pietra Ligure 10, Pallare 3.
Recupero: 0′, 4′.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.