IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Botte ed insulti al centro commerciale di Savona: i 2 fratelli albanesi patteggiano 1 anno

Savona. Un anno di reclusione con la sospensione condizionale. E’ questa la pena patteggiata, questa mattina, al termine del processo per direttissima, in Tribunale a Savona, dai due fratelli albanesi, P.G., 21 anni, e K.G., di 29, entrambi residenti nella città della Torretta, che nel pomeriggio di ieri hanno creato non pochi disordini al centro commerciale di Savona. Tutti e due dovevano rispondere delle accuse di lesioni e danneggiamento, ma al più giovane dei due, di professione muratore, doveva rispondere anche di vilipendio della Nazione italiana e ingiurie.

Davanti al giudice gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I carabinieri hanno però ricostruito, sulla base di quello che hanno accertato, in aula, lo svolgimento dei fatti: tutto è iniziato quando P.G., che era visibilmente ubriaco (gli accertamenti clinici hanno rilevato un tasso alcolemico nel suo sangue di 2,67 g/l), ha cominiciato a discutere con due ragazzi ed una ragazza, tutti e tre italiani, all’ingresso del centro commerciale. Probabilmente per un complimento di troppo tra i ragazzi e lo straniero si è acceso un diverbio, ma i tre, vedendo lo stato in cui si trovava l’albanese, hanno cercato di tagliare corto e scappare. A quel punto P.G. si sarebbe però scagliato contro uno di loro, S.M., iniziando a picchiarlo. Il ragazzo si è difeso colpendo a sua volta l’albanese, mentre gli amici chiedevano aiuto. Infine i tre sono riusciti ad allontanarsi.

Poco dopo l’albanese è stato raggiunto dal fratello e, nonostante i vigilanti della galleria commerciale avessero bloccato le porte scorrevoli, i due sono riusciti ad entrare nel centro passando dall’ingresso del ristorante self service. Una volta all’interno P.G. si sarebbe scagliato contro la prima persona che si è trovato davanti: il fidanzato di una dipendente del locale. La ragazza del giovane ed una sua amica hanno tentato di fermare la furia dell’albanese e del fratello ma hanno finito per essere colpite a loro volta. Sono dovute intervenire quattro persone, tra cui un vigilante, per immobilizzare lo straniero. In pochi minuti sono arrivati anche i carabinieri che hanno messo le manette ai polsi ai due. Nel frattempo in caserma, per sporgere denuncia, erano arrivati anche i primi tre ragazzi aggrediti da P.G. fuori dal centro commerciale. I tre giovani picchiati all’interno del self service, dove sono anche andati in frantumi numerosi piatti e bottiglie, sono stati medicati al San Paolo ma se la sono cavata con pochi giorni di prognosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dimici

    Avete notato che il 90% degli articoli sulla delinquenza ha come soggetto un rumeno o un albanese? Viva il paese multietnico!!! Tutti a casa per favore!!!!

  2. Scritto da Anonimo

    voglio essere polemico all’inverosimile: avete mai fatto una passeggiata in via xxSettembre, all’altezza di quello che oramai è denominato il “Bar Durazzo”??? Quello di fronte all’ex colorificio Birolo per capirci!
    Provate…sempre colmo di gentaglia semi ubriaca, con macchine in seconda fila e tutti con facce da chierichetti!!!
    W l’ItaGlia!!!

  3. Scritto da Anonimo

    a casa!!!!
    pensa un po, se non finiva in rissa salivano in macchina ubriachi e magari asfaltavano pure qualche passante…

  4. Scritto da gigghy

    è veramente uno schifo! l’unica cosa da fare era tenerli dentro per un pò in custodia cautelare vista la pericolosità sociale, almeno sicuramente non capivano ma almeno pagavano!!! ma coi giudici che ci ritroviamo possiamo solo farci giustizia da soli…voglio vedere se al flunch questo imbecille prendeva a pugni e calci un giudice o un suo parente…siamo veramente allo sbando in balia di questi delinquenti ubriaconi. RESPONSABILITA’ CIVILE DEI GIUDICI SUBITO.

  5. legolas230876
    Scritto da legolas230876

    sta gente qua ha rotto i cogl….mai che trovassero uno che li mandain ospedale…cavolo ma rimandateli a casa ,strappategli il permesso se ce l ha…ma basta 9 articoli su 10 sono persone straniere bastaaaaa