IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bombardier presenta “Primovecity”: mobilità elettrica a zero emissioni

Berlino. Bombardier presenta Bombardier PrimoveCity, la nuova soluzione per l’e-mobility e annuncia la fondazione di un nuovo centro di eccellenza dedicato alla mobilità elettrica di nuova generazione. PrimoveCity si propone come soluzione ai vincoli di gamma e di ricarica dei veicoli elettrici e intende rivoluzionare i trasporti grazie ad un’unica tecnologia, comune per tutti i veicoli elettrici: dai tram agli autobus, dai veicoli commerciali fino ai taxi e alle automobili. Il nuovo centro di eccellenza, che verrà inaugurato il prossimo settembre, avrà sede presso il centro di engineering e produzione di Mannheim, in Germania, e ne farà parte anche una struttura all’avanguardia, dedicata ai test e allo sviluppo. Il nuovo centro supporterà collaborazioni, progetti e opportunità futuri nel settore della mobilità elettrica.

Il successo ottenuto applicando la tecnologia Bombardier PrimoveCity su un tram Bombardier a piano ribassato ad Augsburg, in Germania, e su un bus su un tratto di strada di 125 metri a Lommel, in Belgio, ha spinto Bombardier a lanciare il programma PrimoveCity, che consentirà a tutti i tipi di veicoli elettrici una facile mobilità urbana. Quest’estate, inoltre, saranno avviati i test sull’automobile.

André Navarri, presidente e COO di Bombardier Transportation, ha dichiarato: “il programma PrimoveCity intende cambiare le regole del gioco nel settore della mobilità elettrica, offrendo una mobilità facile, illimitata e ad emissioni zero in città per tutti i tipi di veicoli elettrici. Tram, autobus, automobili e camion saranno in grado di funzionare ad elettricità senza catenarie, cavi, soste, lunghe attese per la ricarica delle batterie e, cosa più importante, potranno condividere la medesima infrastruttura”.

Jeremie Desjardins, responsabile del programma PrimoveCity di Bombardier Trasportation, ha aggiunto: “siamo orgogliosi dei risultati ottenuti. Dopo aver concluso con successo i test iniziali su tram e autobus, Bombardier continuerà a testare gli elementi supplementari per le automobili, allo scopo di rendere molto presto disponibile questa tecnologia per operazioni commerciali. È importante sottolineare che l’obiettivo di Bombardier non è quello di avviare la produzione di questo tipo di veicoli, ma di mettere a disposizione di altri settori industriali la tecnologia PRIMOVE”.

Bombardier presenterà l’innovativo programma PrimoveCity in occasione dell’UITP 2011 World Congress and Mobility & City Transport Exhibition, che si svolgerà a Dubai dall’11 al 14 aprile prossimi.

La soluzione PrimoveCity di Bombardier sta cambiando lo scenario della mobilità elettrica e intende facilitare al massimo una mobilità urbana realmente sostenibile. Nessun’altra tecnologia offre vantaggi paragonabili in termini di carica, potenza, flessibilità, sicurezza e intermodalità.

PrimoveCity utilizza la tecnologia Primove, in grado di alimentare tutti i veicoli elettrici. Attraverso la trasmissione di corrente elettrica indotta, il sistema Primove, installato sotto il veicolo, genera potenza dai cavi creando un campo magnetico sotto la superficie del suolo. Il sistema è attraversato dalla corrente elettrica solo quando è pienamente coperto dal veicolo. Veicolo e componenti a margine sono progettati per soddisfare tutti i requisiti di sicurezza. Viene assicurata una prestazione affidabile, anche in condizioni atmosferiche e del terreno avverse, quali neve, pioggia, ghiaccio, sabbia e acqua. Il sistema contactless Primove è uno dei prodotti di punta dell’innovativo portfolio di prodotti e tecnologie Bombardier ECO4, che offre soluzioni economiche e a basso costo energetico per le performance dei propri treni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.