IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bagni marini di Ceriale: “Obiettivo primario allungare la stagione e migliorare l’offerta turistica”

Più informazioni su

Ceriale. “L’Associazione Bagni Marini di Ceriale che raggruppa gli stabilimenti balneari del paese si è posta tre  obbiettivi primari: l’allungamento della stagione balneare, il miglioramento dell’offerta turistica e l’intrattenimento serale”. A dirlo è Silvio De Francesco, consigliere comunale di Ceriale e presidente del sindacato balneari, sezione di Ceriale.

“L’allungamento della stagione è stato portato avanti grazie ad un progetto pilota, che ha visto molti stabilimenti balneari unirsi durante il periodo invernale, per  offrire servizi di spiaggia completi e diversi, in questo modo durante l’inverno appena passato oltre il 60% degli stabilimenti  balneari di Ceriale era aperto a fini elioterapici, risultato ottenuto anche grazie alla collaborazione dell’ufficio demanio e ambiente, col quale si era lavorato in modo costruttivo anche nella stagione appena passata con l’installazione delle isole ecologiche nelle spiagge libere e in quelle private” continua De Francesco.

“Grazie all’adozione del nuovo regolamento dei dehor, e dell’occupazione di suolo pubblico, si potranno realizzare strutture per l’accoglienza dei turisti nuove e più adeguate alle esigenze di un mercato sempre alla ricerca delle novità più belle. Inoltre è stato ridimensionato il canone di occupazione di suolo pubblico, in modo da eliminare un divario diventato insostenibile per tutte quelle attività sia di pubblico esercizio sia del commercio che durante la stagione estiva hanno la volontà di ampliare i loro spazi. L’intrattenimento serale sarà migliorato grazie alla possibilità di effettuare intrattenimenti danzanti dopo avere ottenuto tutti i permessi previsti dalla legge. Il piano dei Pubblici Esercizi prevede una licenza stagionale per i chioschi degli stabilimenti fino a otto mesi garantendone un minimo di cinque, in questo modo saremo tutti pronti dagli inizi di maggio fino alla fine di settembre, chiederemo all’amministrazione comunale di eliminare l’art.28 sulle aperture serali obbligatorie, perché pensiamo che debbano essere gli esercenti a decidere come organizzarsi, oltretutto la revoca per l’anno successivo del suolo pubblico appare sproporzionata come sanzione” prosegue il presidente del sindacato balneari della sezione di Ceriale.

“Il miglioramento dell’offerta turistica passa attraverso un’intensiva ristrutturazione dei chioschi degli stabilimenti balneari,  degli arredi delle spiagge, dall’installazione di giochi per bambini, dall’intrattenimento per gli ospiti più grandi, ma anche dal mantenimento dei prezzi dei servizi delle spiagge che varieranno in linea con l’inflazione. Grazie ad  un’ amministrazione sensibile e pronta ad investire, abbiamo svolto un ripascimento delle spiagge che non ha eguali in provincia di Savona, e il nostro comune è capofila nel progetto di rinascimento strutturale che vede coinvolti tutti i comuni da Albenga a Finale Ligure. Dal mese di maggio e  per tutta la stagione avremo un calendario ricco di manifestazioni di ottimo livello,  questo anche dovuto alla maggiore collaborazione tra le varie categorie presenti sul territorio, collaborazione resa possibile dal Tavolo di Concertazione Economica fortemente voluta dal Sindaco Fazio” conclude Silvio De Francesco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.