IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, Floris e la ricetta “salvaturismo”: tasse “moderate” per le imprese

Andora lancia la ricetta “salvaturismo”. Il Comune governato dal sindaco Franco Floris infatti, per favorire il rilancio del settore turistico ricettivo e non incidere sulle spese correnti sostenute dalle strutture alberghiere, ha bloccato l’Ici al 5 per mille risultando uno dei Comuni turistici dove l’incidenza del costo dell’imposta comunale sugli immobili è contenuta. Lo dice uno studio che l’Unione Provinciale degli Albergatori di Savona (UPASV) ha commissionato al DISA dell’Università degli Studi di Genova con lo scopo di quantificare l’impatto del turismo alberghiero sull’economia locale.

Una tassa quella dell’imposta sugli immobili che riguarda 13 alberghi per un totale di 694 posti letto e 5 Rta per un totale di 214 posti letto. L’Ici non è l’unica voce che incide in maniera inferiore sulle tasche degli albergatori. Ad Andora anche la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, abbreviata in TARSU, prevista dal DL 507/1993, viene applicata con “moderazione”. Dopo innumerevoli sentenze e disposizioni è stato stabilito recentemente che la volontà del legislatore sia stata quella di configurare una piena equiparazione tra le civili abitazioni e le attività alberghiere, ai fini della tassazione in esame. E così per quanto riguarda Andora la Tarsu è 1,9 €/mq.

“Da quando sono sindaco di Andora – spiega Franco Floris – ho sempre cercato di alleggerire le spese dei cittadini e quindi delle categorie a cominciare proprio dalle imprese che lavorano nel turismo, una voce importante per l’economia locale e provinciale. Per l’ennesima volta un ente terzo dimostra una gestione oculata e attenta delle risorse finanziarie mettendo in evidenza come il Comune di Andora ha tenuto bassa la pressione fiscale”.

Un dato su tutti su quanto possa pesare il comparto turistico sulla cittadina andorese. Nel 2009 le presenze turistiche sono state di tutto rispetto: 115.626 sono stati gli italiani che hanno soggiornato in quell’anno, 41.716 gli stranieri. “Sono numeri importanti – aggiunge Floris – che fanno capire che il comparto turistico rappresenta anche per una cittadina come la nostra un settore che va tutelato in ogni modo. E’ giusto quindi che il Comune debba studiare un sistema di contenimento delle spese per una categoria che con le sue attività, tra l’altro, ha interessanti ricadute anche per altre imprese commerciali della cittadina”.

“I tagli alla spesa pubblica e le manovre finanziarie certamente fanno stringere la cinghia alle amministrazioni comunali che talvolta sono costrette a fare i salti mortali per far quadrare i bilanci, ma fino a quando sarà questa amministrazione a governare Andora per gli albergatori e per tutti i cittadini la pressione fiscale non subirà variazioni importanti visto anche che abbiamo appena approvato un bilancio che mantiene “bloccate” ogni tipo di aumento sulle tariffe. Anzi, sono stati implementati tutti i capitoli di assistenza. Inoltre l’addizionale Irpef nel nostro Comune non è mai stata applicata e il mantenimento dei parcheggi sono liberi e non a pagamento. Altro particolare che va tenuto in considerazione” conclude Floris.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pippo

    Egregio Sig. Marchiano,

    mi è capitato sotto mano questo suo intervento e da qui ho letto gli altri suoi: ma solo contro il povero Floris se la prende? Cosa le ha fatto? Sembra che lei abbia dei conti da regolare, ambisce alla sua poltrona di sindaco?

    Cosa fa lei di mestiere, il suo è un nome vero o inventato? Perché ce l’ha con chi ha fatto l’elettricista? Cerchi di essere un po’ più umile, commette degli strafalcioni grammaticali che gridano vendetta.

    E lasci in pace Floris che a detta di tutti sta amministrando bene; fra due anni magari lei si presenta con un partitino e in campagna elettorale queste cose le mette in bella calligrafia!

  2. Scritto da marco marchiano

    Ipocrisia, retorica, demagogia e anche propaganda, tutto fuso insieme, come le barre del reatore nucleare in Giappone.
    Quì si continua a non voler non vedere in faccia la realtà; si scrive senza il minimo senso logico di ciò che si vuol dire… riporto: “”Ad Andora anche la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, abbreviata in TARSU, prevista dal DL 507/1993, viene applicata con “moderazione”.””” non sapevo che l’applicazione avesse dei gradi come dire… appena appena si applica… mediamente si applica…. consistentemente si applica…. mah. fate voi che io sappia, una tassa si applica oppure si esenta non vedo altri termini.
    E poi: “”” L’Ici non è l’unica voce che incide in maniera inferiore sulle tasche degli albergatori.””” cosa vorrà dire… semmai sarà una tassa che incide in maniera NEGATIVA sulle tasche degli albergatori….
    Mi scusi ma da quando amministra Andora, quante tasse ha ridotto rispetto alle aliquote dell’anno precedente? Io posso documentare solo aumenti rispetto agli anni precedenti.!.!
    ad un certo punto dice “”” Un dato su tutti su quanto possa pesare il comparto turistico sulla cittadina andorese. Nel 2009 le presenze turistiche sono state di tutto rispetto: 115.626 sono stati gli italiani che hanno soggiornato in quell’anno, 41.716 gli stranieri. “Sono numeri importanti – aggiunge Floris – che fanno capire che il comparto turistico rappresenta anche per una cittadina come la nostra un settore che va tutelato in ogni modo.”””” bene… cosa ha fatto fino ad oggi per il turismo? Se gentilmente l’ho documenta invece di fare solo articoli sui giornali privi di dimensione realistica….. Ci credo quando dice “”””“I tagli alla spesa pubblica e le manovre finanziarie certamente fanno stringere la cinghia alle amministrazioni comunali che talvolta sono costrette a fare i salti mortali per far quadrare i bilanci, ma fino a quando sarà questa amministrazione a governare Andora per gli albergatori e per tutti i cittadini la pressione fiscale non subirà variazioni importanti visto anche che abbiamo appena approvato un bilancio che mantiene “bloccate” ogni tipo di aumento sulle tariffe”””” negli ultimi anni è arrivato a raddoppiare alcune aliquote, che, anche se per gli ultimi spiccioli di mandato non aumenta.. beh! la pelle di dosso non se la toglie visto come ha spremuto i cittadini sino ad ora…….
    Il regolamento per l’applicazione delle sanzioni in edilizia di quanto ha inasprito le sanzioni? Io non l’ho dico. Vediamo se lei è cosi sincero da dirlo sui giornali!!! Per finire mi vorrei rifare agli articoli di giornale….. non quelli che scrive Lei, quelli che scrivono altre persone: si legge solo che ad ANDORA ci sono cantieri sequestrati e dirigenti rinviati a giudizio…. ecco l’immagine di Andora vista dai turisti.. a me non piace per niente.
    Le vorrei dare un consiglio spassionato: alle volte tornare ad allacciare interruttori e fili elettrici usando cacciaviti e pinze, è oltre che un gesto nobile anche un segno di grande saggezza; soprattutto quando si cerca insistentemente di fare ciò di cui non si è capaci.