IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, riparte il progetto centro anziani in via Robutti: Melgrati attacca la Zavaroni

Più informazioni su

Alassio. Tra le prime azioni dell’assessore Monica Zioni, rientrata in possesso delle deleghe relative ai servizi sociali, c’è stata quella di chiedere agli uffici tecnici la redazione di un progetto urgente per la sistemazione dei locali di via Robutti, locali ottenuti nella trattativa con l’Asl 2 sulla cessione delle proprietà ex comunali legate all’ospedale di Alassio e alle donazioni.

“Dispiace che si sia perso quasi un anno, in quanto le chiavi dei locali, occupati in precedenza dal gestore di un ristorante, sono state consegnate già ai primi di agosto nelle mani dell’ex assessore Zavaroni e dei funzionari comunali” afferma in una nota l’ex sindaco di Alassio Marco Melgrati, consigliere regionale del Pdl.

“Risulta evidente la grave omissione dell’ex assessore Zavaroni, che forse già da tempo meditava l’abbandono di questa amministrazione e colpevolmente non si è subito attivata per far predisporre agli uffici tecnici il progetto ed iniziare subito i lavori necessari all’apertura dei locali, e soprattutto non mi ha comunicato di questa disponibilità – dice Melgrati -. Questa mancanza dell’ex assessore Zavaroni è un atto grave, perché l’esigenza di nuovi spazi è fortemente sentita dagli anziani che frequentano il centro, e ancora di più da quelli che lo frequenterebbero ma non trovano spazio, stante la limitazione dei locali in oggi a disposizione, e soprattutto stante il mio impegno personale a sollecitare l’autorità giudiziaria alla definizione del contenzioso con l’ex gestore, impegno manifesto e conosciuto da tutti”.

“La posizione  centrale in via Robutti consentirà di aprire, a breve, un centro per anziani di ampie dimensioni, una grande sala per organizzare feste da ballo pomeridiane e serali per gli anziani, e una sala attrezzata con una cucina per organizzare pranzi, cene e feste autogestite con preparazione di alimenti e dolci. All’interno degli ampi spazi di via Robutti troveranno spazio anche un punto informativo per i giovani, Informagiovani appunto, secondo un progetto che l’assessore Zioni sta predisponendo” aggiunge l’esponente del Pdl.

“Una altra sala sarà destinata ad ospitare la sede per la scuola cittadina di musica, che si trova oggi nei locali del Don Bosco, i cui dirigenti hanno già visionato lo spazio. A tutto questo si vanno ad aggiungere i locali già consegnati, nei giorni scorsi, in convenzione alla Associazione Nazionale Alpini, sempre a fianco dell’amministrazione in attività sociali e di interesse pubblico, che voglio ringraziare ancora per l’impegno esemplare e la pazienza dimostrata nella vicenda dell’assegnazione di questo spazio” conclude Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alassinodoc

    Hmm attaccare Loretta Zavaroni mi sembra troppo facile ed anche poco signorile. Sappiamo tutti , almeno chi si e’ informato a prenderne una, che in Comune chiedono mazzette per dare le spiagge comunali in gestione e fanno abusi di ogni sorta a livello edilizio, anche questo se ci si fosse informati un attimo. Diciamo che sarebbe meglio tacere.

    Questa amministrazione e’ stata straordinaria i primi 5 anni. Ma gli ultimi 5 anni , invece , e’ stata disastrosa, hanno fatto cose assurde , innominabili. Sono tutti indagati lì dentro.

    Zioni a casa e anche tutti gli altri. Villani e’ l’unico che si salva.

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    Sembra evidentissimo che la ex assessore ZAVARONI avesse già in mente di lasciare la sua amministrazione per passare con AVOGADRO; quello che mi fa più pena è che non appena lasciata l’amministrazione, che per 10 anni gli ha consentito di fare quello che voleva, ha incominciato a sputare fuoco e fiamme, sputando nel piatto dove aveva abbondantemente mangiato (si vede che è un vizio di lista…) e criticando la passata amministrazione che non aveva fatto nulla per il sociale, mentre con AVOGADRO avrebbero fatto questo, quello e quell’altro….. e poi si scopre che aveva a disposizione un ampio locale per trasferire il centro anziani per renderlo migliore e non lo ha fatto……..che tristezza….. altro che baci e abbracci a tutti….