IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, Loretta Zavaroni: “Non condividevo più la gestione del Comune”

Più informazioni su

Alassio. L’ex assessore ai servizi sociali del Comune di Alassio, Loretta Zavaroni, parla per la prima volta dopo la decisione di entrare nella lista di Avogadro per le comunali di primavera. Una scelta che ha portato il vice sindaco reggente Giovanni Aicardi a togliere le deleghe in giunta all’ormai ex esponente del Pdl e assessore per due mandati consecutivi.

“Non penso che si possa mettere in discussione la mia lealtà, personale e politica. Da tempo non condividevo gli indirizzi dell’attuale amministrazione e la gestione del Comune, in particolare negli ultimi mesi – ha detto ad IVG.it Loretta Zavaroni -. A dire il vero pensavo di non prendere parte alle prossime elezioni comunali, invece quando mi è stata proposta una candidatura nella lista di Avogadro con la possibilità di portare avanti un certo programma nel sociale ho deciso di accettare. Il giorno dopo Aicardi ed il coordinatore provinciale del Pdl mi hanno chiamato chiedendomi se confermavo la mia decisione. Mi hanno chiesto di dimettermi, ma ho rifiutato perchè ritenevo giusto portare avanti fino in fondo il mio lavoro. Così mi hanno tolto le deleghe in giunta…”

Intanto Loretta Zavaroni si è già messa al lavoro e ha presentato il programma per i servizi sociali e l’istruzione di “A come Alassio – Lista Avogadro”: sviluppo di una azione politica amministrativa centrata e a servizio della persona; erogazione dei servizi di base e complessi con rispondenza ai requisiti di efficienza ed efficacia, in particolare lo Sportello di cittadinanza quale punto di accesso alla rete integrata dei servizi sociali in ambito comunale; l’attenzione verso quegli interventi a contrasto di vecchie e nuove povertà, favorendo l’inclusione sociale e di aiuto alle famiglie per favorire la permanenza a domicilio; impegno per proseguire nel servizio e aumentare le attività svolte nel Centro diurno per anziani “Asilo del Nonno” in collaborazione con ASL 2 “Savonese”; valorizzazione, promozione e sostegno della rete del volontariato; impegno a favore della terza età con l’apertura di una nuova sede per il centro socio-ricreativo per gli anziani.

Tra gli altri punti: l’apertura nuova residenza per anziani “Poggio Fiorito”; sostegno dei servizi socio – educativi per la prima infanzia, supporto alla genitorialità e tutela dei minori; valorizzazione del ruolo attivo e responsabile della famiglia  e suo sostegno; attivazione e sostegno a politiche integrate per le persone diversamente abili volte a favorirne l’integrazione famigliare, scolastica, lavorativa e sociale; interventi a favore dell’inclusione sociale per prevenire e ridurre l’emarginazione sociale; interventi e azioni rivolte alla realtà giovanile tesi alla promozione di sani stili di vita, educazione alla legalità e al rispetto, al contrasto del disagio e della devianza.

Sul fronte della scuola: attivazione di una “sezione primavera” per bambini tra i 24 e i 36 mesi all’interno di spazi e con personale adeguati; favorire una stretta collaborazione tra Comune e Autonomie scolastiche, coinvolgendo anche associazioni di genitori e soggetti esterni finalizzata ad affrontare le problematiche connesse all’attività scolastica; attivare, nel rispetto dell’autonomia didattico educativa delle scuole dell’obbligo, altri servizi educativi – ricreativi a sostegno delle famiglie; ampliare il periodo di presenza dei centri estivi; sostenere il diritto allo studio delle persone diversamente abili; sostenere il diritto di studio nella scuola statale e paritaria; garantire qualità e sicurezza degli edifici scolastici; continuità dei progetti “Adotta una Classe” e “Educazione e Legalità”; continuità nel sostegno a progetti scolastici con finalità educative di prevenzione alla devianza, cultura delle regole e dello Stato, educazione alla salute, igiene alimentare e rispetto dell’ambiente; servizio “scuolabus” su tutto il territorio comunale a prezzi contenuti per le famiglie; per mensa e trasporti garantiamo che non ci saranno aggravio sui bilanci famigliari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Roonf-Pirates
    Scritto da Roonf-Pirates

    Mi pare che su di una cosa la maggior parte sia d’accordo,come si può passare dalla destra alla sinistra e viceversa,cosi’ inpunemente?? Allora è vero che si và dove ti porta il vento,e poi quando cambia il vento si ricambia nuovamente?? Questa è incoerenza politica,bene han fatto a farla scendere,ma ancor meglio che si ritiri dalla politica,come si potrà avere fiducia di una persona che oggi stà con uno e domani con il nemico di quell’uno!!??
    Questo è il problema principale oggi,chi non si schiera è visto come un nemico,che a tutti i costi si deve distruggere, la politica oggi è malata.

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    @mario antani . . . la mussa della lista civica non se la beve più nessuno (l’ho già scritto) !! quante volte si sono mascherati anonimi figuri che – con virginale candore – strillavano che “la nostra lista civica è slegata da interessi di partito”, salvo poi – una volta ingannati gli stolti – si sono rivelati LEGATISSIMI AL PARTITO CHE LI AVEVA SPONSORIZZATI ?? vorrei che mi facessi esempi di amministratori onesti, competenti e unanimemente riconosciuti come idonei a ricoprire il ruolo di sindaco/amministratore di un comune attualmente in carica. Io se vuoi ti faccio esempi contrari, di persone che si sono presentate sotto “mentite spoglie”, o se vuoi che si stanno presentando “sotto mentite spoglie”. . . .

  3. Scritto da mario antani

    belin james bond quante belinate che dici! Qua c’è poco da confondere…e i risultati (e le “porcherie” nascoste) di certe amministrazioni (Alassio soprattutto ma anche Loano non scherza) non sono rimaste sottotraccia!! E poi…quando un certo Scajola inizia a battere i piedi (e li si probabilmente per problemi di poltrone!!) ed a fare affermazioni già sentite da altri (Fini?) sul partito dell’amore (mercenario), invece di andare a guardare in casa degli altri…preoccupatevi di guardare in casa vostra e fare un pochino di autocritica! Gli elettori non sono dei belinoni….Belin ma sto fli vi è proprio rimasto sul groppone eh? Eh si sa..prima o poi anche i migliori matrimoni finiscono..o siete diventati contrari anche al divorzio!! …James Bond..un consiglio sulla campagna elettorale…preoccupatevi di parlare dei vostri programmi e non di sparare a zero sulla “ingiustificata” composizione delle liste concorrente con le classiche belinate che vi suggerisce il piazzista di Arcore Silvio primo, vostro sovrano illuminato: già una cosiddetta “armata brancaleone” a Pietra Ligure vi ha messo in minoranza….Scendete dal gradino ed accettate di non essere nè unti dal signore nè tantomeno invincibili ed infallibili! se veghemmu… (belin…penso a Scajola e mi vien da riie…oltre a non essersi accorto che gli avevano pagato casa….non si era nemmeno accorto che il partito dell’ammmmmore non era quello che gli avevano promesso!!)….ahahahah

  4. james bond
    Scritto da james bond

    ..e caro mario antani, in effetti il tuo nick è azzeccato… Cerchi di usare la tecnica della “supercazzola prematurata” per confondere le idee e cercare di giustificare l’ingiustificabile: le alleanze del tuo FLI con la sinistra in sedicenti liste civiche a livello locale…
    È vero che, sia a livello locale che a livello nazionale, si debba scegliere le persone oltre le ideologie ma sembra proprio “sospetto” che per i pochi finiani rimasti nella nostra zona tutte le persone valide con cui allearsi siano improvvisamente tutte di sinistra e tutte le persone con cui si è amministrato per 16 anni siano improvvisamente diventati degli incapaci da sostituire…
    …rassegnatevi, gli elettori non si faranno prendere in giro dalle vostre presunte liste civiche armate brancaleone… E poi, se il tuo discorso fosse corretto, perche il PD che nel ponente vuole liste civiche svincolate dai partiti con tutti dentro contro il centrodestra a Savona città vi schifa e si allea solo con l’udc? Che a sua volta abbandona fli al suo triste destino alla faccia del “partito della nazione” e del terzo polo?

  5. Scritto da mario antani

    @ironman ” . . . chi lascia il centro-destra e confluisce nel centro-sinistra è sempre illuminato, progressita, coerente…”…non ci hai azzeccato nemmeno stavolta caro Iron: semmai è piu’ corretto dire: “chi lascia QUESTO CENTRO DESTRA …è sempre illuminato, progressista, ecc”. Perchè in Italia non è piu’ un problema di destra o sinistra…ma di questo centro destra che si identifica con un solo personaggio! E mi fermo qua! A livello locale, poi personalmente trovo ridicola la continua contrapposizione destra o sinistra o centro destra o centrosinistra!Belin ma fammi capire neurone d’acciao ops scusa..iron man…. facciamo un esempio pratico. In un comune vi sono due liste elettorali: una lista candida un emerito e riconosciuto incapace; l’altra lista presenta una persona onesta, competente e unanimemente riconosciuta come idonea a ricoprire il ruolo di sindaco/amministratore del tuo comune. Sulla base del tuo ragionamento l’elettore con simpatie politiche piu’ vicine alla prima lista dovrebbe (PER ESSERE COERENTE) consegnare 5 anni dell’amministrazione del suo comune ad un emerito e riconosciuto imbecille! Sarebbe una coerenza pagata a caro prezzo!