IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tpl, sciopero di 4 ore: “Efficienza e produttività non sulle spalle dei lavoratori”

Savona. Dopo il nulla di fatto di ieri i vertici aziendali di Tpl Linea ed i sindacati di categoria torneranno ad incontrarsi il prossimo giovedì 3 marzo, nell’ambito della vertenza sul trasporto pubblico locale del savonese alla luce dei pesanti tagli che hanno interessato il settore, 1,7 mln di euro in meno per Tpl.

Il presidente Maricone ha ribadito che l’azienda proseguire sulla strada dell’efficienza e produttività, una linea che non piace affatto ai sindacati che hanno ribadito le ragioni dello scontro che porteranno ad un nuovo sciopero di quattro ore il prossimo venerdì 4 marzo (dalle ore 10 e 15 alle 14 e 15, personale viaggiante, mentre le officine e gli impiegati le ultime quattro ore del turno), preceduto dall’assemblea generale dei lavoratori che si terrà la sera del 3 marzo, proprio dopo il nuovo faccia a faccia con l’azienda.

“Mi sembra che di efficienza e produttività i lavoratori ne hanno già avuta abbastanza in questi anni e riteniamo che l’azienda debba percorrere altre strade – ha detto Mauro Ciravegna della Filt-Cgil -. Un utilizzo migliore del fondino regionale, senza contare che il piano su tariffe, quello sulle linee e con altre azioni di risanamento l’azienda ha le possibilità di recuperare il taglio subito dalle risorse sul trasporto. Resta il problema dell’azzeramento del contratto integrativo, ribadendo che in questi anni il personale dipendente è già stato costretto a rivedere i possibili incentivi economici. Non vorrei che da parte di Tpl si cercasse di fare ulteriore cassa a danno dei lavoratori per dirottare le risorse altrove, penso alla società Ava dell’aeroporto C. Panero o ad altre soluzioni industriali” ha concluso Ciravegna.

Intanto i sindacati di categoria del trasporto pubblico locale sono alle prese anche con il rinnovo della Rsu sindacale, dopo quattro riunioni andate a vuoto. Con l’azienda unica, infatti, si dovrà arrivare ad un nuova Rappresentanza Sindacale Unitaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.