IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatrodanza, al via a Loano il laboratorio “Il mangiastorie e le sue stanze incantate”

Più informazioni su

Loano. Si terrà mercoledì 2 febbraio la prima lezione del laboratorio teatrodanza, espressione corporea e drammatizzazione. Condotto da Ileana Mel, dottoressa in Scienze dello Spettacolo, il laboratorio è riservato ai bambini e alle bambine dai 5 ai 9 anni di età.

“Il mangiastorie e le sue stanze incantate” è il tema del percorso teatrale. “Le stanze incantate di un mangiastorie sono stanze magiche e sempre diverse, dove può accadere qualsiasi cosa! – si legge nella presentazione -. Piovono gocce di colla, il sole si spegne, in cucina i cibi si mettono a ballare… il mangiastorie racconta che le regole diventano pasticci, i bambini sono già grandi, gli incubi sono veri, la rabbia ha il colore di un arcobaleno, i fantasmi hanno paura, la maestra non sa più parlare! Il mangiastorie possiede la chiave magica per entrare nelle stanze incantate, siete tutti pronti?!”.

Il laboratorio si terrà presso la sala della parrocchia S.M. Immacolata di Loano (Frati Cappuccini) al primo piano. Avrà luogo da febbraio a maggio, ogni mercoledi pomeriggio dalle 17 alle 18,30.

Per iscrizione ed informazioni sul laboratorio è possibile scrivere a ile.ile@hotmail.it o telefonare al 3491170519.

Il teatrodanza unisce due percorsi artistici differenti: l’espressione corporea e la drammatizzazione. Inoltre confluiscono in questa disciplina artistica alcuni degli elementi basilari della psicomotricità classica e funzionale e della danza educativa.

Il laboratorio di teatrodanza permette all’individuo di sviluppare le sue capacità espressive, di esprimere il proprio sé, di conoscere il proprio corpo e le sue possibilità di movimento, di ascoltare il proprio sé, scoprire le proprie esigenze ed entrare in relazione con l’altro, attraverso la continua elaborazione emotiva.

Il corpo proposto dal teatrodanza educativo è un corpo sensibile, armonico, attento al sentire soggettivo, preoccupato della relazione con gli altri. Il corpo diviene uno specchio attraverso il quale poter guardare il bambino, la sua domanda affettiva.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.