IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa sul cinema, battaglia del Pd in Liguria

Liguria. Battaglia del Pd ligure contro la tassa del cinema, che dal 1° luglio comporterà l’aumento di un euro del prezzo dei biglietti. “Un ennesimo schiaffo alla cultura” l’ha definita il partito, che ha organizzato presidi davanti ai cinema di tutta la Liguria.

“Sarà una mobilitazione nella mobilitazione: raccoglieremo le firme, che stanno arrivando a fiumi, per mandare a casa Berlusconi e diremo con forza il nostro no ai tagli alla cultura, che colpiscono innanzitutto il nostro futuro e quello delle nuove generazioni”, afferma Giovanni Lunardon, vicesegretario del Pd ligure. “Ancora una volta è il settore della cultura quello colpito al cuore: ora anche il cinema diventa proibitivo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. arianna
    Scritto da arianna

    G.B. Cepollina, ultimamente dai l’impressione di essere distratto o stanco, tuttavia può
    essere solo una mia impressione.

  2. Scritto da giasone

    poco importa dei filmacci o filmoni il problema sta nelle tasse occulte, dobbiamo già pagare le imposte dirette con aliquote altissime a lle quali aggiungiamo innumerevoli balzelli che ci portano ai massimi livelli europei con sevizi da terzo mondo

  3. mantide
    Scritto da mantide

    Ormai quella di raccogliere le firme è diventata una specie di mania, contagiosa.
    Tutti raccolgono firme per tante di quelle ragioni che l’Italia dovrebbe essere priva di
    problemi, invece………
    Non che questa nuova imposizione sia giusta, ci mancherebbe altro, puo’ voler dire che le famiglie andranno meno al cinema e cosi’ con i risparmi ottenuti potranno pagarsi un
    abbonamento ad una di quelle reti che, invece di tassare premiano.
    Cosi’, senza bandiere rosse, potremo finanziare chi? G.B. puoi suggerirci una famiglia a caso?

  4. cobra
    Scritto da cobra

    Bella domanda, strano che il fedele G:B. non abbia risposto, avrà avuto da fare.

  5. goldrake
    Scritto da goldrake

    @Cepollina, se è per questo, con soldi nostri abbiamo finanziato filmacci, filmini forse anche festini ma lasciamo lavorare questo governo che ha promesso più volte di non voler mettere
    le mani nelle tasche dei Cittadini: a Roma la tassa di soggiorno, poi la” tassa di scopo”, nome abbastanza significativo.
    Poi aumenti su trasporti, luce, gas, canone tv.
    Certo le tasse le hanno messe i governi delle sinistre è vero ma, è anche vero che il governo di destra non le ha tolte.
    Mi permetta anzi mi consenta un’ultima domanda: “Quali benefici hanno avuto le Famiglie
    da questo governo del fare che non finisce di lavorare e di stupire?