IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Squash, Andrea Cannizzaro padrone della II Categoria: suo il Trofeo Madison foto

Vado Ligure. Il Mediolanum Forum di Assago ospita un torneo di II Categoria, al quale aderiscono ben 21 giocatori così suddivisi: 10 di II, 7 di III e 4 impavidi di IV categoria. I favoriti ai nastri di partenza sono alcuni, ma in particolare spicca su tutti il nome del savonese Andrea Cannizzaro, fresco vincitore in due tornei consecutivi di categoria, che anche questa volta tenterà di bissare il risultato.

Nelle qualifiche Fabbri batte 3 – 0 Valerani Alessandro; Colucci supera 3 – 1 Rettore dopo una partita molto “calda”; Grasso batte 3 – 1 Baltimora; Guidotti fa lo stesso contro il tunisino dello Squashman Milano Gattoussi. Infine l’incontro più interessante tra Nobili e Nasar è vinto al 5° game da quest’ultimo, confermatosi sempre spettacolare e acrobatico nelle sue esibizioni strappa applausi.

Negli ottavi di finale Corso, testa di serie numero 1 del tabellone, vince 3 a 0 su Fabbri, così come Battaggia su Carroli, Cannizzaro su Colucci e Rossi su Grasso. Il mitico Nasar, già sotto 0 – 2 contro Scarioni, nel 3° game s’infortuna al polpaccio ed è costretto alla prematura resa. Tognetti batte Barra per 3 a 0, mentre Pavesi perde si il primo gioco a favore di Guidotti ma poi s’impone per 3 – 1. Ultimo incontro tra Cattacin e il rientrante Lecce che si protrae fino al 5° game, dove la spunta all’ultimo colpo Cattacin per 11 – 9.

Nei quarti il bresciano Corso, dopo aver vinto il 1° game contro Cattacin, gli rifila nel 2° un umiliante 11 – 1. Nel terzo fiera reazione del comasco che sembra potercela fare, ma alla fine cede per 10 – 12. Battaggia vince agevolmente per 11 – 3 il primo gioco contro Scarioni. Il secondo e terzo game sono più equilibrati ma alla fine sono ad appannaggio di Battaggia. Cannizzaro batte Pavesi 3 – 0 e appare in splendide condizioni, uno dei super favoriti per la vittoria finale. Ultimo quarto tra Tognetti e Rossi Alberto: incontro molto tirato sia nel gioco che agonisticamente che alla fine vede imporsi il primo per 3 – 1.

Ed è ora delle semifinali: nella prima troviamo Corso e Battaggia; incontro molto bello che vede alla fine la vittoria di Battaggia per 3 – 0. Nella seconda semifinale Cannizzaro vince il primo game con l’incredibile risultato di 11 – 0, annichilendo il suo avversario Tognetti che perde anche il secondo per 11 – 3. Nel terzo gioco l’incontro risulta essere molto equilibrato ma ancora una volta la spunta Cannizzaro per 12 – 10, approdando per l’ennesima volta in finale.

Cannizzaro e Battaggia si fronteggiano, l’uno di fronte all’altro; sono tesi si osservano, nessuno vuole scoprire le proprie carte, fare la prima mossa azzardata. Comincia l’incontro e punto su punto lo score avanza quasi in parità; nessuno prende il largo poi Battaggia riesce a piazzare due colpi ben assestati che sorprendono Cannizzaro e si aggiudica il primo game per 11 – 8. Nel secondo gioco, quello più emozionante, regna l’equilibrio e si arriva sul 12 – 12, dove Cannizzaro questa volta riesce ad inanellare due colpi consecutivi che stendono Battaggia. Terzo game: Battaggia, ferito precedentemente, è claudicante e sembra non reggere l’avversario che lo incalza a ritmo elevatissimo e vince facilmente per 11 – 5. A questo punto il colpo di scena: Battaggia rientra in campo per il quarto game, ma non ce la fa, la gamba non regge. Cannizzaro con un bel gesto lo invita a continuare il duello, non vuole vincere in questo modo ma non c’è nulla da fare e l’incontro si interrompe impietosamente. Ancora una volta Andrea Cannizzaro ne esce trionfatore.

Nella finale per il terzo posto Corso e Tognetti nei primi due game danno spettacolo e infatti i giochi terminano 11 – 9 e 12 – 10 per il primo. Nel terzo Corso controlla bene il game e si impone 11 – 6 vincendo l’incontro e salendo sul gradino più basso del podio. Nella finale per il quinto Scarioni e Rossi si fronteggiano a viso aperto e l’incontro che ne scaturisce è molto bello e sempre incerto in ogni parziale. A fasi altalenanti si giunge fino al quinto game dove la spunta Scarioni.

Finale nono posto: altra bella partita che arriva al quinto game tra Carroli e Barra, dove quest’ultimo alla fine riesce ad imporsi. Nella finale per il diciassettesimo posto Gattoussi, IV categoria, affronta il mancino di Alessandria Rettore; l’incontro termina al quarto gioco e vede la vittoria di quest’ultimo.

Cannizzaro si riconferma in questo momento, conquistando il suo terzo successo, il giocatore principe della categoria, l’uomo da battere. Se questa sarà la sua forma tecnico atletica ai campionati nazionali di categoria, sarà praticamente impossibile superarlo.

La classifica finale del Trofeo Madison:
1° Cannizzaro Andrea (Vado Ligure Squash – Categoria II)
2° Battaggia Gianluca (Quisquash Novara – Categoria II)
3° Corso Massimo (Millennium Brescia – Categoria II)
4° Tognetti Stefano (Squashman Milano – Categoria II)
5° Scarioni Stefano (Magenta Squash – Categoria II)
6° Rossi Alberto (BST Como – Categoria II)
7° Cattaccin Fabio (BST Como – Categoria II)
8° Pavesi Adolfo (Sporting Milano3 – Categoria II)
9° Barra Danilo (Sporting Milano3 – Categoria II)
10° Carroli Fabio (Sporting Milano3 – Categoria III)
11° Colucci Vito (Squashman Milano – Categoria IV)
12° Lecce Cosimo (Selmart Monza – Categoria II)
13° Grasso Claudio (Squashman Milano – Categoria III)
14° Guidotti Gianluca (Magenta Squash – Categoria III)
15° Fabbri Filippo (Forum Assago – Categoria III)
16° Nasar Hesham (Squashman Milano – Categoria III)
17° Rettore Alessandro (Pianeta Alessandria – Categoria III)
18° Gattoussi Anise (Squashman Milano – Categoria IV)
19° Valerani Alessandro (Squashman Milano – Categoria IV)
20° Baltimora Davide (Squashman Milano – Categoria IV)
21° Nobili Roberto (Sporting Milano3 – Categoria III)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.