IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rally di Andora, Robert Kubica: una carriera tra i big dei motori (foto) foto

Andora. Kubica ha iniziato la carriera automobilistica precocemente, all’età di 4 anni. A 10 anni ha partecipato al campionato di gokart polacco, il Polish Karting Championship, e nei primi 3 anni vinse 6 titoli. In Italia nel 1998, accompagnato dai genitori, riuscì a vincere il campionato internazionale.

Dopo i kart il giovanissimo pilota debutta nella Formula Renault 2000, prima di passare nel 2003 alla Formula 3 Euro Series. Nel 2005 prende parte alla Macau F3 Grand Prix e il boss della BMW, Mario Theissen, lo designa come collaudatore alla BMW Sauber nella stagione 2006. Da questo momento in poi Kubica entra tra i grandi corridori.

Il suo esordio è nel Gran Premio d’Ungheria in sostituzione di Jacques Villeneuve: è il primo polacco a correre in Formula 1. L’8 giugno 2008 ha vinto il suo primo gran premio e ha chiudo il mondiale 4° con 75 punti. Il 2009 non è da segnare negli annali. Nel 2010 il corridore alla Renault. Il 7 ottobre 2009 ha formalizzato il suo passaggio alla Renault in sostituzione di Fernando Alonso che passerà in Ferrari per la stagione 2010.

Kubica ha un contratto con il team diventato Lotus Renault fino al 2012. Il pilota era iscritto al rally Ronde di Andora con una Skoda Fabia, con la quale avrebbe dovuto correre anche al rally di Montecarlo, ma la scuderia aveva posto il veto. Il pilota dopo il rally di Andora e un breve periodo di vacanza, sarebbe poi partito per Jerez de la Frontera, dove era atteso per altri test della sua Renault in vista dell’inizio della nuova stagione di F1. Il pilota polacco subì un grave incidente in Polonia nel 2003: allora rischiò l’amputazione di un braccio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.