IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Protesta pescatori: “Anche nel Savonese situazione difficile” foto

Varazze. Protesta dei pescatori liguri a Genova, con l’obiettivo di far sentire la loro voce anche nel corso della seduta del Consiglio regionale. Oggi, primo febbraio, sarebbe dovuta partire la pesca dei bianchetti, bloccata dai dispostivi dell’Unione Europea fatti propri dall’ente regionale per la loro applicazione al territorio ligure. Presente anche una delegazione savonese guidata dalla Cooperativa di Varazze.

“E’ una attività fondamentale per pesca invernale e per noi piccoli pescatori. Per questo chiediamo una forte vicinanza delle istituzioni al fine di sbloccare la situazione, anche perchè rispetto ad altre zone italiane i contributi previsti per la categoria sono briciole…” dicono i pescatori.

“Servono musure di sostegno economico in caso di una mancata apertura della pesca altrimenti sarà impossibile per molti di noi andare avanti. Siamo fermi ormai da tre mesi, dal mese di novembre con il blocco della pesca dei rossetti”.

“Per la pesca dei bianchetti chiediamo che si attivi il ministero presso la UE per riattivare la pesca, che è ecocompatibile come dimostrato anche dai biologi, servono i dati che la UE richiede per darci il via libera…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Se i pescatori subiscono un danno devono essere aiutati come avviene per altri settori.
    Detto questo, consideriamo il tema più generale della vita nel nostro mare sempre più povero.
    Facciamo parte dell’Europa e bisogna rispettare le regole comunitarie sulla pesca del “novellame”…ovviamente questo deve valere anche per la Spagna.