IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primo congresso territoriale Sel dei circoli di Vado e Quiliano

Vado Ligure. Sabato 19 febbraio, presso la società di Vado Ligure, “la Baia dei Pirati”, si è svolto il primo congresso territoriale del nuovo partito Sinistra Ecologia e Libertà per il Circolo territoriale di Quiliano-Vado Ligure, il primo nella provincia di Savona.

Tra gli altri, sono intervenuti: il segretario della CIGL Francesco Rossello, la rappresentante della Fiom Tiziana Satta, il Consigliere comunale di Vado Ligure Bovero anche come rappresentate dell’associazione “Futuro e Socialismo “il rappresentate del Circolo di PRC“A.Gramsci” Simone Falco, Gabriele Bocchio del circolo PD di Vado Ligure ,il presidente dell’ANPI Giorgio Preteni, l’assessore del Comune di Vado Ligure Giovanni Borgna. Oltre alla panoramica generale della situazione politica della sinistra in questo momento storico in Italia, i temi affrontati sono stati soprattutto lo sviluppo del territorio e l’ambiente, il lavoro e lo stato del Welfare locale.

Interessante la testimonianza portata dalle liste civiche che hanno posto l’accento sull’aspetto della partecipazione della società civile nelle scelte programmatiche. Le associazioni hanno portato le loro istanze e l’accento è caduto sul campo di calcio “Andrea Picasso”, che risulta essere l’unico non ancora in sintetico della zona, ed anche sulla non giovane età della popolazione ligure, sulla drammaticità della popolazione anziana non-autosufficiente che si troverà ad aver meno sostegno economico, quest’ultimo argomento focalizzato dal Presidente dell’Auser Filo d’Argento di Quiliano. Gli interventi esterni hanno riempito totalmente la sessione mattutina del congresso, conclusasi con l’intervento del Segretario della Federazione di Savona, Isetta Nicola e di Gianni Zagato, Presidente del Coordinamento Scientifico di SEL, che ha posto l’accento sull’importanza dell’agire territoriale di un progetto politico con una visione globale dei problemi, sulla coerenza e la sobrietà che deve avere come guida Sinistra Ecologia Libertà.

Nella sessione pomeridiana si sono susseguiti gli interventi degli iscritti e si è approvato un documento che ha nella sua breve premessa quanto segue: “Nel nostro comprensorio si addensano numerose funzioni: la funzione residenziale, quella portuale, la logistica, le attività di tipo commerciale e produttivo ed anche attività non trascurabili del settore primario come l’agricoltura. E’ evidente che l’addensarsi di tante attività in spazi molto limitati faccia risaltare immediatamente il territorio come una risorsa preziosa e rara dove spesso tutte queste diverse attività tendono ad entrare in competizione tra loro per i pochi spazi esistenti. E’ evidente quindi la necessità di strumenti forti di programmazione che sappiano gestire lo sviluppo socio economico garantendo sviluppo, occupazione ma anche tenuta ambientale e qualità della vita, in sostanza sappiano costruire un equilibrio indispensabile”. Al termine l’elezione di un direttivo “tecnico” composto da un portavoce (Nadia Ottonello), una segretaria (Maria Gabriella Branca) ed un tesoriere ( Giuseppe Acquati); la scelta è quella di lavorare il più possibile in seduta assembleare e di permettere a chi si avvicinerà in seguito di poter essere parte attiva alla pari con tutti gli altri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.