IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prima Categoria, accolto il reclamo: la partita tra Sassello e Taggia si rigioca

Sassello. La partita Sassello – Taggia, sospesa domenica 13 febbraio sul risultato di 1 – 1, sarà rigiocata. E’ stato accolto il reclamo di entrambe le società che ne avevano chiesto la ripetizione, non accettando un’eventuale omologazione della gara con il risultato al momento della sospensione.

Il comunicato del giudice sportivo riporta il referto dell’arbitro Verdiana Scola, la quale scrive “al 33° del secondo tempo decidevo di sospendere la gara poiché: alcuni (almeno 5 o 6) calciatori della società Taggia che non riuscivo ad individuare nella confusione generale tentavano di scavalcare la rete di recinzione per raggiungere gli spalti dove nel frattempo alcuni sostenitori di entrambe le squadre erano venuti alle mani. Non riuscendo nell’intento ritornavano all’interno del terreno di gioco dove iniziavano a colpirsi a vicenda con calci e pugni con alcuni giocatori della squadra del Sassello; anche in questo caso non riuscivo a cogliere i numeri vista anche la calca generale che mi impediva nell’intento. Nel contempo venivo fatta oggetto di minacce da parte di diversi calciatori di entrambe le società, che nella confusione non riuscivo a riconoscere, del seguente tenore ‘tu di qua non esci viva, ti ammazziamo di botte!’ per questi motivi temendo seriamente per la mia incolumità personale mi ritiravo all’interno del mio spogliatoio decidendo di sospendere definitivamente la gara”.

“Rilevato – recita la decisione del giudice sportivo -, che sia dal referto del direttore di gara, sia dal contenuto dei reclami depositati dal Sassello e dal Taggia, emergono comunque episodi di tensione e, soprattutto di generalizzata confusione, non certamente facili da gestire per l’arbitro e che verosimilmente ne hanno influenzato la serenità e la tranquillità, ma né d’altra parte si può parlare di situazioni impossibili da controllare ed affrontare secondo le ordinarie regole da applicare in presenza di fatti di tale natura, considerato che la decisione di sospendere la gara deve, comunque, rappresentare l’estrema ratio dopo aver provato soluzioni alternative per garantire la prosecuzione della gara”.

“Ritenuto – prosegue -, che nel caso in esame non si può nemmeno parlare di circostanze tali da far ritenere che in qualche modo abbiano influito sullo svolgimento della regolarità della gara e del risultato che in quel momento maturava in campo, atteso che mancavano ancora circa 15 minuti prima della regolare conclusione della gara; tenuto conto che dall’esame dei documenti ufficiali non è possibile individuare con esattezza la responsabilità esclusiva o maggiore di una soltanto delle due società rispetto all’altra in ordine alla decisione del direttore di gara di sospendere anzitempo la partita, si dispone la ripetizione della gara a porte chiuse”.

Per quanto riguarda le squalifiche, dovranno saltare una partita Riccardo Morielli, Luca Viberti (Millesimo), Emanuele Pistone (Pallare).

Da segnalare, infine, uno spostamento: domenica la partita Bragno – Baia Alassio Cisano sarà giocata a Carcare con inizio alle ore 17,15.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.