IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallavolo, D maschile: il Maremola si impone in trasferta, salvezza più vicina

Pietra Ligure. La 2° giornata del girone di ritorno ha proposto l’atteso scontro, fondamentale in chiave salvezza, fra Maremola ed Albaro. Per l’occasione il tifo dei pietresi è accorso in massa alla palestra Isef di via Costanzi a Genova dove ha gremito quasi completamente le tribune fornendo grande supporto alla squadra pietrese con un’incessante “torcida” sugli spalti.

Il team di Paolo Robutti si presenta priva degli infortunati Tardito e Miceli e dell’opposto Giusto che ha chiuso anticipatamente la sua stagione agonistica; dall’altra parte non si può dire che stia meglio l’Albaro decimata dalle squalifiche dei martelli Serra e Ratto e del palleggio Boero dopo la bagarre di domenica scorsa in casa del Blues Volley.

Il Maremola si schiera quindi con la diagonale dei non più giovanissimi Dieli e Maggioni sull’asse palleggio-opposto, con lo strapotere fisico di Maggi e la tecnica di Ravera sulle bande e con la sagacia di Tognolo e l’estemporaneità di Sergi al centro; a corroborare il sestetto il libero Luca Robutti che per l’occasione dismette le vesti di presidente.

La posta in palio è alta e la tensione si taglia con il coltello. I padroni di casa partono sbagliando formazione e rimangono fortemente penalizzati nel primo set ma il team di Pietra non sembra saperne approfittare e, complici alcuni errori in battuta e nel posizionamento a muro, non riesce a scollarsi di dosso i genovesi che trovano nella varietà di colpi di Rezzano l’arma per rimanere aggrappati al match. Il tabellino segna 12 – 14 quando mister Robutti chiama il time-out. I pietresi ripartono meno fallosi, la ricezione pressoché perfetta permette a Dieli di limitare i suoi spostamenti e di servire con costanza l’esperto opposto Maggioni che alterna la potenza con l’astuzia di alcuni insidiosi palleggi che annichiliscono gli avversari: 17 – 25 lo score finale del primo set.

L’Albaro è però deciso a vender cara la pelle e ristabilisce l’equilibrio nel secondo parziale, che risulta essere un distillato di emozioni. I genovesi passano con regolarità al centro e soprattutto forzano la battuta con ottimi risultati, rimanendo così avanti per buona parte della frazione. Ci vuole un Maggi strepitoso per coordinazione, per chiudere il gap sul 14 pari finalizzando una ricostruzione in emergenza con una schiacciata imprendibile per la difesa avversaria. La ricezione del Maremola concede qualche passaggio a vuoto. Albaro va avanti 20 – 18 con un mani fuori del suo opposto. Dieli si affida ai suoi attaccanti di banda nei momenti decisivi che non tradiscono e portano i pietresi sul 23 – 24. Rezzano in battuta è incisivo e salva l’Albaro che si erge fino al 26 pari ma è un Maremola che sa soffrire in difesa e che firma il definitivo 26 – 28 in suo favore.

Il team di Paolo Robutti prende morale e parte di slancio nel terzo set. Ravera è sublime nella perfezione del lungolinea con cui firma l’1 a 3; ancora il martello ingauno prima e lo stoico Sergi dopo, in campo nonostante le non perfette condizioni fisiche, siglano con due muri il break sul 3 – 8. L’Albaro moltiplica gli errori in fase di attacco e scivola sul 12 – 20. Il Maremola si adagia sugli allori e complici alcune scelte azzardate di Dieli subisce il ritorno dei genovesi sul 15 – 20, con una schiacciata che colpisce in pieno volto il malcapitato Tognolo. Robutti jr chiama a raccolta i suoi e con alcune ricezioni di livello permette ai pietresi di ristabilire le giuste distanze. Maggi inventa un colpo tennistico per il 17 – 23 e alle 21,30 la gara si chiude con il trionfo dei pietresi.

I tre punti riportano serenità nel team di Paolo Robutti ma la quota 28 punti per la salvezza individuata dal presidente è ancora lontana e tutta da raggiungere. Il Maremola ha giocato con Enrico Tognolo, Lorenzo Tognolo, Pietro Muscari, Marco Dieli, Stefano Ravera, Andrea Maggioni, Paolo Maggi, Andrea Sergi, Paolo Robutti, Luca Robutti.

Tredicesima vittoria in altrettante partite per il Sabazia. Com’era preventivabile, alla luce dello stato di forma degli avversari, la squadra gialloblu ha dovuto soffrire per avere ragione del Santa Sabina, formazione che veniva da sei vittorie di fila. La squadra allenata da Giuseppe Fasano, dopo aver vinto il primo set con il minimo scarto, ha subito allo stesso modo il pareggio dei genovesi. A senso unico il terzo set, dominato dalla capolista. Il quarto parziale, nuovamente combattuto, ha visto il Sabazia imporsi grazie alla maggiore lucidità sui palloni pesanti nelle battute conclusive.

L’esito del 13° turno:
Cogoleto Volley – Tre Stelle Villaggio 2 – 3 (20/25 25/21 19/25 25/19 9/15)
Pallavolo Avis Barletta – Blues Volley Genova 3 – 0 (25/19 25/16 25/19)
Albaro Volley – Maremola Volley 0 – 3 (17/25 26/28 15/25)
Lollipop San Remo Ventimiglia – Volley Arcola (domenica 20 marzo)
Volley Sestri Levante – Psm Rapallo 1 – 3 (10/25 18/25 25/21 20/25)
Acli Santa Sabina – Sabazia Pallavolo 1 – 3 (24/26 25/23 14/25 22/25)

In classifica il Maremola raggiunge il Blues Genova:
1° Sabazia Pallavolo 38
2° Pallavolo Avis Barletta 35
3° Psm Rapallo 29
4° Acli Santa Sabina 25
5° Tre Stelle Villaggio 22
6° Maremola Volley 18
7° Blues Volley Genova 18
8° Volley Sestri Levante 14
9° Cogoleto Volley 14
10° Albaro Volley 13
11° Lollipop San Remo Ventimiglia 4
12° Volley Arcola 1
Lollipop San Remo Ventimiglia e Volley Arcola hanno giocato una partita in meno.

Domenica 27 febbraio alle ore 19 il Maremola ospiterà l’Acli Santa Sabina. La partita tra Sabazia e Lollipop San Remo Ventimiglia è stata rinviata al 22 marzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.