IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Noli, gattina ferita cacciata dal convento: soccorsa dall’Enpa

Noli. Disavventura, ieri, per una gattina a Noli. L’animale ferito probabilmente da un’auto si è trascinato sanguinante nel giardino di una casa religiosa dove viveva, forse confidando negli insegnamenti di San Francesco, ma è andata diversamente: la suora responsabile del convento ha preteso che la gatta fosse portata via e mai più riportata indietro.

Ora la bestiola, ricoverata presso la Protezione Animali di Savona: “E’ in via di guarigione e sarà sistemata, su richiesta, presso qualche casa probabilmente ‘laica’” scherzano dall’Enpa. “A fianco di alcuni religiosi ostili agli animali (anni fa una suora savonese venne denunciata da noi per essersi opposta ad aprire una cantina dove da giorni era reclusa una gatta con i piccoli, mentre diversi sacerdoti soprattutto di campagna, compreso però un ex vescovo ora in Vaticano, sono appassionati cacciatori e pescatori), in provincia ve ne sono tanti che invece li rispettano e li amano, come Don Calvi di Laigueglia ed i numerosi prelati che ogni anno officiano la benedizione degli animali” ricordano i volontari della Protezione Animali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da agostinelli

    Ma che dire!!!! Senza parole…questi sono gli insegnamenti cristiani che offrono gli adetti ai lavori..oltre a quelli di cronaca squallida gia vista ultimamente.Che degrado spirituale!! Inoltre c’e’ pure un antico detto che dice:Chi non vuole bene agli animali non vuole bene neppure alle persone. Che dirgi alla benevole suora??..va ciappa di rat.!!!

  2. Scritto da Aurelio Bianchi

    Complimenti!

    Probabilmente non c’è alcun contributo statale per ricevere animali feriti.
    Eppure il convento non paga l’ICI!!!!!

  3. Scritto da mariolino

    ormai è risaputo e sperimentato preti e suore odiano gli animali, mi domando cosa sgranano a fare il loro rosario se poi nutrono sentimenti ostili verso creature che dovrebbero stare particolarmente a cuore al Creatore perchè pure e innocenti, invece tutto il contrario.
    Non capirò mai certa gente.