IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Milleproroghe, Napolitano: “Modifiche sono andate al di là del testo autorizzato”

Elementi di incostituzionalità nel Milleproroghe: li ha rilevati il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ha inviato una lettera ai presidenti delle Camere e al presidente del Consiglio, nella quale ha richiamato l’attenzione sull’ampiezza e sulla eterogeneità delle modifiche fin qui apportate nel corso del procedimento di conversione al testo originario del decreto-legge.

“Il Capo dello Stato, nel ricordare i rilievi ripetutamente espressi fin dall’inizio del settennato, ha messo in evidenza – si legge in una nota del Quirinale – che la prassi irrituale con cui si introducono nei decreti-legge disposizioni non strettamente attinenti al loro oggetto si pone in contrasto con puntuali norme della Costituzione, delle leggi e dei regolamenti parlamentari, eludendo il vaglio preventivo spettante al Capo dello Stato in sede di emanazione dei decreti-legge”.

L’aula della Camera, dove oggi è approdato il decreto, ha dato l’ok alla richiesta, avanzata da Simone Baldelli del Pdl, di sospendere anticipatamente la discussione generale. Il governo dovrebbe porre oggi stesso la questione di fiducia sul provvedimento che quindi sarà votato domani. I rilievi del Colle riguarderebbero il passaggio in aula, alla Camera, del provvedimento senza il via libera in Commissione. Provvedimento, quindi, che dovrebbe subire correzioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. IronMan
    Scritto da IronMan

    @cepollina . . . a @poliedrik ghe piascian è musse che ghe dixian . . lascilu sta, u l’è cuntentu cuxi !! ù mandemmu a cà du populu (ma i ghe ne sun ancua?) a lexe “Repubblica” e ù “Corriere della sera” cuxi ù se scampa in pò . . perchè per lexe u decretu milleproroghe ù ghe vegnuu u ma de testa !!

    @resist, @hitech . . per voi “foresti” la traduzione la trovate a pagina 777

  2. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    Ma quali tascie? A prupaganda di comunisti a t’ha riempiu u cervellu de belinê…

  3. Scritto da poliedrik

    cepolina, va in po’ a lezze u decretu e poe vegne a dimme se u nu l’è ìna beffa per i cumuni e ‘pe e stacche da gente cun tutte e tascie che stan rivandu.

  4. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    questo “governo arrogante” con il decreto milleproroghe ha stanziato ulteriori 90 milioni di Euro per rimediare ai disastri dell’alluvione in Liguria, ha stanziato inoltre circa 200 milioni di fondi per la portualità ligure…
    Speriamo che il problema formale venga superato e in un modo o nell’altro il provvedimento proceda nel suo iter… in caso contrario il Presidente Napolitano, i parlamentari dell’opposizione che fanno ostruzionismo e i commentatori sinistrorsi, che per sono come quel marito che per far dispetto alla moglie se lo taglia, dovranno spiegare ai cittadini di Varazze e Genova come mai i soldi per risarcirli per i danni alluvionali sono evaporati e ai molti giovani disoccupati e a chi il lavoro lo perderà come mai i fondi per lo sviluppo portuale che significano centinaia di posti di lavoro sono spariti…

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    … iero ho saputo per caso che nei meandri del “millepropoghe” vi è anche una simpatica disposizione tombale con la quale si offre alle banche un opportunità unica: quella di chiudere i termini di rivalsa ai cittadini vessati e spremuti in passato da chi, con la protezione della Banca d’Italia, ha fatto tutto cio’ che ha voluto.
    Ogni giorno, leggendo bene il decretino “mille-iniquità” ne escono di nuove….
    Speriamo che il Presidente della Repubblica non firmi.